sabato 26 dicembre 2015

Buon Natale!

Arrivo in ritardo ..... ma auguroni di cuore a tutti! 


Quest'anno complice una pigrizia culinaria di proporzioni astronomiche ho realizzato davvero poche cose per Natale, poi tra le varie recite dei figli (ben 6 per 2 figli... da esaurirsi solo per portarli avanti e indietro alle prove!), gli impegni scolastici, lo sport, i miei turni al lavoro .... ho avuto giusto il tempo di dormire tra una corsa e l'altra!

Ah ah ah ... peggio di una renna la Notte di Natale!!! 

Oh beh... ci rifaremo! Intanto adesso è arrivata mia sorella a darmi man forte e oggi ha preparato questi deliziosi muffin allo yogurt, lei ha usato quello Scaldasole alle mele e cannella (da qui il profumo dei muffin) nel formato da 250 gr (pari a due vasetti), ma ovviamente è possibile usarne uno bianco da aromatizzare a piacere! 


 MUFFIN ALLO YOGURT MELA E CANNELLA

Ingredienti : 250 gr di farina, 100 gr di zucchero, 2 uova, 1 bustina di lievito, 100 ml di olio, 250 ml di yogurt (scaldasole gusto mela e cannella), 2 mele a dadini piccoli


Mescolate in una ciotola farina, lievito (setacciati è meglio) e zucchero.


In un'altra ciotola mescolate uova, olio e yogurt.


Unite i due composti, unite le mele (a cubettini, irrorate con un po' di succo di limone e una manciata di farina per non farle "affondare")


Riempite dei pirottini da muffin e inseriteli nella teglia apposita (così manterranno la forma). 


Potete decorarli con fettine di mela e poi infornare.


Forno caldo a 180° per 25-30 minuti

Buoniiiiii !!!




venerdì 28 agosto 2015

Torta alle prugne con crumble di mandorle

Sono letteralmente invasa dalle prugne...  non so più dove metterle!

Ho già fatto 4 chili di marmellata e altrettanti ne devo ancora fare.... la torta di prugne che avevo preparato lo scorso anno qui... poi ieri ho scovato questa deliziosa ricetta di Misya che mi ha fatto consumare solo una decina di prugne... ma è davvero una bontà! 

Se anche il maritino approva ... allora è buona davvero! 

Ho cambiato solo un po' la farcitura perchè mi piaceva l'idea delle prugne ridotte a marmellata.

La base è una torta soffice e in superficie c'è un delizioso crumble con tante mandorle ... in mezzo una composta di prugne rosse ... buona e bella!




TORTA CRUMBLE ALLE PRUGNE

Ingredienti : ho raddoppiato le dosi rispetto alla ricetta originale che utilizzava uno stampo rettangolare, perchè io ho utilizzato la classica tortiera rotonda (la prossima volta quella con il fondo estraibile che è meglio per sformarla). Queste che scrivo sono le dosi che ho utilizzato io.



Per l'impasto :  100 gr di burro, 100 gr di zucchero, 2 uova, 150 gr di farina , 1 cucchiaino di lievito per dolci, 1 stecca di vaniglia

Per il crumble : 80 gr di burro, 150 gr di farina, 150 gr di zucchero,  40 gr di mandorle (io le ho messe un po' ad occhio in realtà)

Per la composta di prugne : una decina di prugne, due cucchiai di zucchero di canna, una noce di burro

Ho lavato le prugne, le ho tagliate a pezzetti e messe in una padella con una noce di burro e due cucchiai di zucchero e un cucchiaio d'acqua, le ho lasciate cuocere qualche minuto fino a ridurle a una simil marmellata. Lasciata poi ad intiepidire.

A parte ho preparato l'impasto ... burro e zucchero a pomata, aggiungo un uovo alla volta, la vaniglia e poi la farina setacciata con il lievito. L'ho poi versato in una tortiera foderata con carta forno e steso il più uniformemente possibile (meglio una teglia con fondo rimovibile imburrata e infarinata.

Sopra ho versato e steso le prugne intiepidite.



Ho preparato il crumble lavorando con la punta delle dita il burro, la farina e lo zucchero per formare tante briciole. Ho aggiunto le mandorle a pezzettini e poi ho versato tutto sopra le prugne.

Ho infornato per mezz'ora in forno già caldo a 180° e una volta tolta dal forno ho lasciato raffreddare prima di sformare la torta...

.... chi ne assaggia una fetta? E' buonissima!


lunedì 17 agosto 2015

Polpette di calamari con zucchine e sesamo

Ciaooo!!!

Avete passato bene il ferragosto? Io al lavoro... ma superfelice perchè era il mio ultimo turno prima di 15 agognati giorni di ferie!!! 

Ahhhh... ci voleva un po' di stacco dal reparto... amo il mio lavoro... ma ho davvero bisogno di "mollare" un po' la presa ogni tanto! Anche se come primo giorno di ferie... mi sono beccata tutta la pioggia che non abbiamo avuto in questi due mesi... ma va bene così! Almeno ha rinfrescato un po'!

Allora... avevo parlato delle polpettine di calamaro... ed ecco la ricetta ... diciamo che non ha dosi vere e proprie perchè sono partita dal ripieno che mi è avanzato dai calamari ripieni... però anche ad occhio... sono venute proprio saporite!


POLPETTINE DI CALAMARI E ZUCCHINE AL SESAMO

Ingredienti : ripieno avanzato dell'imbottitura dei calamari ripieni, una zucchina grattugiata, pan grattato, sesamo, un uovo e olio evo.

Ho grattugiato una zucchina e l'ho unita al ripieno che mi era rimasto, ho aggiunto un po' di pangrattato per compattarlo un po' ed ho preparato le polpettine. Ne sono venute una ventina, ma dipende da quanto ripieno avete preparato in precedenza....

Ho sbattuto un uovo dove ho passato le polpettine, le ho poi impanate nel pangrattato a cui avevo unito un paio di cucchiai pieni di sesamo...  lasciate riposare pochi minuti e poi rosolate in olio evo ben caldo. 

Una volta dorate le ho scolate e servite ancora tiepide!

Davvero sfiziose, sono piaciute anche ai bimbi!

giovedì 13 agosto 2015

Calamari ripieni

E mentre tutti si godevano le vacanze...  io mi sono deliziata con due figli su due in pieno prurito pustoloso da varicella!!! Ehhh che ci vogliamo fare... ognuno ha l'estate che si che si merita...  hi hi hi... poveri cuccioli miei, il primo il giorno prima di partire per il campo estivo ad Ostuni... febbriciattola e bolle... i pianti che si è fatto... oltre al prurito fastidiosissimo.... la seconda.... pochi giorni prima di un matrimonio a cui tenevo molto... febbrone a 39 e pienissima di bolle e crosticine... insomma... tempismo perfetto...

..... per fortuna l'hanno presa entrambi con filosofia... dai mamma! Il bello della varicella è che viene una volta e mai più!

E poi... la fortuna è che le ferie le devo ancora fare.. quindi abbiamo ancora spazio per recuperare!

Quest'anno il caldo è stato tremendo, non ricordo di aver mai letteralmente grondato come quest'anno...  esageratissimo! Il forno è quindi chiuso da quasi un mese e mezzo (a parte una piccola parentesi in una giornata di pioggia!) ....  così ci deliziamo con altro!

Oggi calamari ripieni... a me piacciono molto e sono anche abbastanza semplici da preparare.

Io uso la pentola a pressione, in mezz'oretta sono pronti .... e con il ripieno che avanza si possono preparare delle polpettine deliziose!




CALAMARI RIPIENI

Ingredienti :  5 calamari, due uova piccole, mollica di pane ammollata, parmigiano grattugiato, prezzemolo, aglio, 3 pomodorini, olio evo

Io avevo i calamari già puliti dal pescivendolo, per cui ho scaldato una padella con olio evo e due spicchietti d'aglio, ho aggiunto i tentacoli tagliati a piccoli pezzettini e lasciati rosolare giusto qualche minuto. 

Una volta raffreddati ho aggiunto la mollica ammollata e ben strizzata, l'uovo, il parmigiano, il prezzemolo  tritato. 

Con il composto ho riempito fino a metà i calamari e li ho chiusi con uno stuzzicadenti... mi sono completamente dimenticata di bucherellare i calamari (siccome il mio cervello allo smonto della seconda notte consecutiva era un po' ... diciamo andato in coma... ho pensato di farlo, ma non l'ho fatto!)

In pentola a pressione olio evo e aglio, faccio rosolare i calamari da ogni lato, aggiungo i pomodorini a pezzettini,  un goccino d'acqua e chiudo, Cottura 20 minuti dal fischio.

Una volta aperto mi sono resa conto che non avevo bucherellato i calamari dal ripieno scoppiato (solo in due per fortuna) ... così ho recuperato i calamari e una parte del ripieno...  


Con il resto che avanzava nella pentola a pressione ho condito i cavatelli freschi! Ho fatto asciugare un po' la salsina sbriciolando bene il ripieno e aggiunto ancora un po' di passata di pomodoro. 



Amo questo profumo di mare!

Ovviamente mi è anche avanzata una parte del ripieno.... ma le polpette che ho preparato ve le racconto con la prossima ricetta!

Un bacio e buon Ferragosto!!!
giovedì 18 giugno 2015

Buon compleanno con Masha e Orso

Qualche settimana fa festeggiava i sei anni un'amichetta di mia figlia, quando la mamma mi ha chiesto se potevo realizzarle la torta ho accettato volentieri!

Il tema era Masha e Orso! Fortissimo questo cartone animato, ma in giro ci sono ancora poche cose dedicate per le feste.

Per fortuna sono riuscita a recuperare una bella cialda (io non sono proprio il massimo con la pasta di zucchero e non me la sono sentita di realizzare un'intera torta in quel modo) e con una bella crema al formaggio (mascarpone e philadelphia) ho ricoperto un bel pan di spagna alla vaniglia!



PAN DI SPAGNA ALLA VANIGLIA fatto con 10 uova grandi (per ogni uovo ho usato 40 di g di zucchero, 20 gr di farina 00 e 20 gr di amido di frumento), una stecca di vaniglia e una bustina di lievito. L'ho cotta dividendo l'impasto in due per non doverla poi tagliare a metà.

CREMA per farcitura con 500 gr di mascarpone, 500 gr di philadelphia, 250 di panna montata (ho usato la panna vegetale) e zucchero a velo (una decina di cucchiai a seconda di quanto la si vuole addolcire, ricordando che la panna vegetale è già zuccherata e la nutella anche) e mezzo vasetto di nutella. in alternativa alla nutella si puà aggiungere una crema al cioccolato fondente (io uso sempre questa)

BAGNA ho preparato uno sciroppo con una dose di acqua e metà dose di zucchero di canna (800 cc di acqua e 400 di zucchero, fatti sobbollire fino ad ottenere uno sciroppo)

La decorazione.. ho usato ancora la stessa crema (senza la nutella) per rivestire la torta e ne ho poi colorato una parte con del fucsia per i particolari.

Ecco un particolare della cialda decorata con ciuffetti rosa



ho inserito una decorazione in verticale, semplici stecchini da spiedino decorati con un festone e dei disegni dei personaggi (semplicemente stampati dal pc e incollati) infilati in due marshmallow in tema



 Ho poi decorato con un girotorta lilla la torta e con della carta crespa fucsia il vassoio



Sono stati tutti contenti... anche mia figlia che andava in giro a chiedere se la "sua" torta era piaciuta! ;-)
lunedì 15 giugno 2015

Girelle di verdura con l'impasto da rosticceria

E' da un po' di tempo che seguo il  blog di Marisa, sempre pieno di fantastiche idee e golose novità, con ricette semplici ma allo stesso tempo gustosissime e di sicura riuscita... 

era già un po' che volevo provare questo famoso impasto da rosticceria ed ho trovato l'occasione per una riunione mamme e bambini, all'interno del progetto di sana alimentazione proposta quest'anno a scuola ... anche questa volta bisogna portare qualcosa da mangiare in cui siano presenti frutta o verdura...  così ho realizzato queste girelle di prova.

L'impasto è semplice da realizzare, ma davvero squisito... rimane soffice anche il giorno successivo (probabilmente anche qualcosa di più...  ma non han visto la sera del secondo giorno perchè sono andate a ruba in casa mia!)

Io le ho preparate in due versioni, zucchine, cotto e scamorza la prima, ricotta spinaci e cotto la seconda... ma il ripieno è assolutamente a piacere!




IMPASTO DA ROSTICCERIA

Ingredienti : 250 g di farina 00, 250 g di farina manitoba (io ho usato tutta 00 visto che avevo solo quella in casa), 25 g di lievito di birra fresco ( per una lievitazione più lunga va bene anche metà cubetto... io ho usato il lievito in bustina), 35 g di zucchero, 220/250 ml di acqua, 60 ml di olio evo (in sostituzione 50 g di strutto), 15 g di sale

Io ho impastato tutto nella planetaria, farina, lievito, olio e acqua. ho aggiunto lo zucchero e per ultimo il sale, fino ad ottenere un impasto morbido e sodo, con cui ho formato una palla che ho messo a lievitare al calduccio per un paio d'ore,

Una volta pronto l'ho diviso in due e steso per ottenere due rettangoli.

Il primo l'ho farcito con le zucchine grattugiate (crude e ben asciugate), la scamorza e i cubetti di cotto (la prossima volta metterò direttamente le fette); il secondo l'ho farcito con ricotta mischiata a spinaci (lessati e sminuzzati), cotto a cubetti e scamorza.

Ho arrotolato i due rettangoli e li ho poi tagliati a fette che ho dispoto sulla placca del forno ricoperta di carta da forno. Una spennellata di tuorlo e latte e via in forno a 200° per una ventina di minuti (o fino a doratura)



Ottimi!
mercoledì 22 aprile 2015

Frolla al pistacchio... variazioni sul tema!

Il pistacchio nei dolci mi piace proprio tanto, 
mi piacciono le creme, le torte, i biscottini,
ma soprattutto adoro il gelato al pistacchio (quando è fatto bene!) 

Quando ho visto per la prima volta la ricetta di questa crostata (Mani amore e fantasia) al pistacchio farcita con crema al cioccolato è stato subito amore, così qualche sera fa che dovevo andare a cena da un'amica, ho pensato che era proprio il caso di fare una prova! 

FROLLA AL PISTACCHIO

Ingredienti ; 500 g di farina 00, 250 g di burro ammorbidito, 200 g di zucchero a velo, 100 g di farina di pistacchi, 50 g di pasta di pistacchi, 6 tuorli (90 g circa)

Ho lavorato il burro con lo zucchero a velo, unito i tuorli uno alla volta, mescolando con un cucchiaio di legno. Ho unito poi la farina di pistacchi e la pasta di pistacchi ed infine la farina fino ad ottenere un impasto sodo che andrà fatto riposare in frigo almeno un'ora.

Ho trovato questa frolla favolosa!

Ho preparato la frolla come da ricetta poi l'ho farcita con questa crema al fondente senza uova che preparo di solito a cui ho aggiunto della crema pronta al caffè... beh... a parte i miei errori in cottura (cotta troppo!) ... devo dire che la crostata è stata ben gradita!

CREMA AL CIOCCOLATO FONDENTE E CAFFE'

Ingredienti : 250 g di latte, 100 g di acqua, 100 g di zucchero, 50 g di farina, 35 g di cacao amaro, 50 g di cioccolato fondente, una noce di burro

Io uso il bimby, tutti gli ingredienti tranne la cioccolata e il burro dentro per 12 minuti, 90°, velcità 4. Finita la cottura aggiungo il cioccolato spezzettato e la noce di burro e mescolo fino a scioglimento.

A questa crema ho aggiunto mezzo barattolo di crema Moka Spread, linea Deluxe, presa al Lidl quest'inverno... molto buona, con i granellini di caffè!


La frolla è deliziosa, tanto che quella avanzata ho pensato di riproporla preparando dei fiorellini farciti...

Ho steso la frolla e ritagliato con degli stampini dei fiorellini che ho cotto (a 180° per una decina di minuti) capovolti su uno stampo in silicone a cupolette... 


Sono diventati delle piccole coppette 


che ho riempito prima con un cucchiaino della crema al cioccolato e caffè avanzata dalla torta, 


poi ho montato una confezione da 200 cc di panna (ho usato quella vegetale... chi preferisce quella fresca ancora meglio) e l'ho mischiata ad una parte di crema al cioccolato poi l'ho distribuita con una sac-a-poche sui fiorellini. Una spolverata di granellina di cioccolato soffiato ed eccole pronte. 

Troppo carine!



Poi alla fine... visto che non ero ancora soddisfatta... ho finito la frolla facendo dei biscottini...stesso tagliabiscotti a fiorellino...



accoppiati a due a due... uno con il buco in mezzo... tra i due una bella cucchiaiata di nutella e una spolverata di zucchero a velo...


E adesso son soddisfatta!!! 

Anche se in realtà è avanzata anche la crema.... così ho preparato altri dolcetti veloci veloci... ma ve li mostro la prossima volta!

Baci!
martedì 7 aprile 2015

Frolla di soli albumi e crostata con crema di ricotta

Mentre ero alla ricerca di nuove idee per riutilizzare gli albumi avanzati, mi sono imbattuta in questa frolla particolare sul blog di Elena, Gnam Gnam. L'ho preparata subito e utilizzata per una crostata ripiena di crema di ricotta. La frolla non risulta friabile come quella normale, ma ci stava proprio bene con questo ripieno cremoso, tanto che in casa se la sono spazzolata in mezza giornata!

L'unica pecca (non della frolla, ma della mia torta) è che avrei dovuto stenderla ancora più sottile... ma via... s'è mangiata lo stesso (ma va?!)



FROLLA SOLO ALBUMI

Ingredienti : 300 g di farina,  100 g di burro freddo a pezzetti,  100 g di zucchero (non risulta dolcissima, per cui volendo si potrebbe anche aumentare leggermente),  100 g di albumi , buccia d'arancia o di limone grattugiata (che io ho sostituito con vaniglia per via del ripieno cioccolatoso della crostata)

Ho lavorato burro e farina per ottenere un composto sabbioso. 

Ho unito albumi, zucchero e vaniglia e impastato velocemente per ottenere un impasto omogeneo.

A riposare nel frigo una mezz'oretta e poi è pronto per farne quel che più vi piace.

Io ho preparato una bella crostata... 


Ho diviso la frolla in due parti e le ho stese con il mattarello.

Con la prima parte ho rivestito il fondo e i bordi di una tortiera un po' alta, ho bucherellato il fondo e versato la crema (io ho utilizzato la nuova Crema di Ricotta Galbani mescolata a mezzo vasetto di crema di nocciole del Lidl marca deluxe ... con i pezzettini di nocciola dentro)

Ho ricoperto prima con una bella manciata di gocce di cioccolato e poi con la restante frolla. Bucherellata anche la superficie, decorata con i pezzetti di frolla rimasti e infornata a 180° per 40 minuti buoni (è rimasta molto molto bianca, volendo ci stava anche qualche minuto di cottura in più)



Una volta raffreddata ho spolverato con abbondante zucchero a velo ed eccola pronta.
lunedì 30 marzo 2015

Una Buona Pasqua si vede dall'ingresso !

Avrete notato che mi piace decorare la casa, soprattutto quando ci sono delle feste, così anche in occasione della Pasqua mi sono sempre sbizzarrita.

L'anno scorso poi, partecipando ad uno swap, ho preparato un segnaporta semplice semplice, con una ghirlanda, una gallinella, un pollaio che sembra una casetta, tanti pois e tanto rosa....



La gallinella è davvero un esempio di riciclo a partire dal nulla!

Il corpo è un semplice mezzo cerchio di cartoncino color crema, 
la cresta, il becco e la coda sono ricavati da un fiore rosso fustellato e tagliato in tre pezzi,  
un occhietto mobile,
un pezzo di washi tape rosa a pois,
l'ala è un cuoricino ritagliato su un cartoncino ondulato decorato con un bottoncino,
il nido è un fiocco di rafia naturale.


Anche la casetta (che avevo acquistato già tagliata, pronta da personalizzare) è decorata con il washi tape a pois e un fiore in legno.


Aggiungo una piccola ghirlanda decorata con cartoncini, la scritta e due bottoni, un ovetto il legno decorato con i soliti immancabili washi, il tutto unito con della rafia.



 Che ne dite? Io la trovo davvero carina nella sua semplicità !

sabato 28 marzo 2015

Ciambella intrecciata di Pan Brioches

Quando non ho idea di cosa preparare per cena, ma anche se devo portare qualcosa di sfizioso al lavoro, spesso risolvo con un Pan Brioches salato che accontenta sempre tutti!


Di solito preparo una bella treccia che farcisco con speck e funghi o prosciutto e provola, questa volta ho provato a inserire il ripieno direttamente nell'impasto e devo dire che anche così non è male!

La ricetta del Pan Brioches che uso è sempre la stessa, quella del libro del Bimby, che potete trovare QUI


A questo impasto ho aggiunto circa 200 gr tra provola affumicata e prosciutto cotto. 

Ho lasciato lievitare e poi ho preparato due cordoni che ho semplicemente  intrecciato tra loro. 

Ho messo tutto in uno stampo (andava meglio quello a ciambella per dare bene la forma), lasciato lievitare ancora mezz'ora, spennellato di uovo sbattuto e cotto in forno a 180° per una mezz'ora/40 minuti ed eccola pronta!

giovedì 26 marzo 2015

Un regalino per Pasqua... riciclando vecchi coperchi!

Da grande voglio fare l'impacchettatrice...

eh già, perché mi piace impacchettare! Impacchettare regali, pensierini, le caramelle da portare a scuola per il compleanno dei miei figli... devo ricordarmi solo di non impacchettare anche mio marito quando mi fa arrabbiare... hi hi hi .... 



Qualche anno fa ho partecipato ad uno swap di Pasqua ed ho preparato questo cestino per poter spedire degli ovetti di cioccolata. Alla fine era come un piccolo vassoio... perché per farlo ho riciclato il coperchio di una scatola delle scarpe di mia figlia... 

Per prima cosa l'ho rivestito con della carta da pacco.

Poi ho incollato tutto intorno degli stecchi da ghiacciolo di legno, tagliati a metà, per formare un recinto che ho fissato con della rafia naturale.

Infine sono passata alla decorazione... un prato di feltro, rametti di pesco, coccinelle e tanti coniglietti di cartoncino colorato.

Tutto riempito di ovetti, coniglietti e pulcini di cioccolato.. ha fatto la sua discreta figura! 


martedì 24 marzo 2015

Noci (di cialda) ripiene al cocco e alla crema nocciola

Ovviamente quando al Lidl (benedetto/maledetto Lidl) hanno messo in vendita la cialdiera dei waffel con 3 piastre incluse (waffel, noci e forme varie) mica potevo stare a casa senza far niente... ho costretto il marito ad imbarcarsi di prima mattina ed ho fatto "la spesa" (mi servirebbe una stanza solo per tutte le mie cianfrusaglie di cucina e di craft... per ora sono solo sommersa!!!)

Alla prima occasione ho provato a preparare le noci da farcire, avevo la ricetta del libretto trovato all'interno della cialdiera ed ho inaugurato con quella la mia prima esperienza... beh, non c'è male! A parte le cialde che non sono riuscita a sgraffignare ai miei bimbi (che passavano dalla cucina per un saluto e si riempivano la bocca di cialde appena sfornate!!!) le supersisti sono state rimepite di crema (anche questa presa al Lidl) nocciola e crema al cocco e spolverate di zucchero a velo...



Avevo fatto metà dose e sono durate meno di un attimo!!!

Da rifare, magari provando una ricettina che ho trovato su coquinaria in versione salata!

Per ora vi lascio questa!

NOCI (DI CIALDA)

Ingredienti (questa è la dose intera, io ne ho fatta metà dose) : 125 gr di burro morbido, 250 gr di zucchero, 2 uova (100 gr), 250 gr di farina, 250 ml di acqua calda (a 30°)

Ho montato a spuma il burro con lo zucchero ed ho unito le uova.

Poi mescolando continuamente ho aggiunto, alternandole, la farina e l'acqua a cucchiaiate.

Una volta pronto l'impasto ho acceso la cialdiera con le piastre inserite e leggermente oliate, appena la luce verde si è accesa ho versato circa mezzo cucchiaino di impasto nelle cavità inferiori e chiuso per circa 2-3 minuti (attenzione che bruciano velocemente, bisogna farci un po' la mano per trovare il tempo giusto di cottura e la quantità esatta da versare!)

Una volta pronte e raffreddate ho riempito metà guscio con la crema di nocciole e al cocco e l'ho chiuso con un altro mezzo guscio vuoto. 

Alla fine una bella spolverata di zucchero a velo e dopo un attimo erano già sparite!



mercoledì 18 marzo 2015

La gallina... ha fatto l'uovo!!!

La gallina..  che poi sarei io...  



Ho partecipato ad un mini corso per imparare a decorare in stile Thun le uova di Pasqua... fantastico, mi sono divertita un sacco ed ho passato un pomeriggio piacevolissimo con la tutor, la super Stefy di Pasticci in famiglia e le altre partecipanti!

Adoro il modo in cui Michela e Stefania gestiscono lo spazio di Dimensione Danza, il laboratorio di danza e creatività che ha portato finalmente un po' di novità e di attività dedicate ai bambini qui a Nocera Superiore ... un'atmosfera familiare, rilassante ma allo stesso tempo stimolante!



La domenica pomeriggio è aperto il Tea Time, su prenotazione, per realizzare insieme alle amiche o alle sorelle, dolci idee in pasta di zucchero e fare quattro chiacchiere sorseggiando una tazza di the ... questa volta è stato aperto un laboratorio speciale... dedicato alla decorazione delle uova di Pasqua... beh, io non sono un'esperta della pasta di zucchero, ma quest'uovo era così bello (e poi adoro i Thun), che non ho saputo rinunciare! 

Così, ho chiamato a raccolta mia sorella e mi sono imbarcata in questa impresa... Stefy è partita all'attacco.... vi faccio prima vedere poi voi lo realizzate... ma noi siamo andate un po' in panico.... facciamo un pezzo alla volta!!! Così, armata di santa, santissima pazienza, ci ha mostrato pezzo dopo pezzo, come creare questo delizioso vaso con tanto di fiori e coccinella per arricchire un superbo uovo fondente!


Esperienza consigliatissima!!!



lunedì 2 marzo 2015

Torta di cioccolato e noci profumata all'arancia

La scorsa settimana erano i pistacchi da finire... stavolta invece, mi è venuta voglia di riprovare la torta di noci. Che poi non sono mai stata amante di questa frutta secca ma da qualche anno a questa parte riesco a mangiarla con piacere... mah... saranno i primi deliri dell'età!


Avevo già provato questa ricetta vista in tv dalla Parodi e l'ho rifatta aggiungendo solo un po' di pasta di arancia (preparata quest'anno con le bucce di arancia che mi erano rimaste dopo aver fatto la marmellata) ... Una torta davvero buona, morbidosa internamente ma con una bella crosticina croccante esternamente.

Pensavo di ritrovarmela in casa per chissà quanti giorni invece è piaciuta a tutti per fortuna (o no?)

TORTA CIOCCOLATO E NOCI PROFUMATA ALL'ARANCIA

Ingredienti : 100 gr di cioccolato fondente (ne avevo in casa uno aromatizzato all'arancia),100 gr di burro, 150 gr di noci tritate, 3 uova, 150 gr di zucchero, 100 gr di farina, 2 cucchiaini di lievito, 2 cucchiaini di pasta d'arancia (facoltativa)


Ho sciolto il burro con il cioccolato fondente al microonde.

In una ciotola ho montato i tuorli con lo zucchero, ho aggiunto il cioccolato, la farina e le noci tritate. Il composto è uscito abbastanza duretto, ma poi unendo gli albumi montati a neve ben ferma si è ben ammorbidito.

Ho versato il composto in uno stampo ricoperto con carta da forno e infornato per una mezz'ora abbondante a 180°

Una volta fredda ho spolverizzato di zucchero a velo.


lunedì 23 febbraio 2015

Plum cake al pistacchio


Quattro giorni fa... febbre a 37.8 ... che devo fare? Mi riposo? Macchè... faccio un plum cake e la torta per i 44 anni di matrimonio dei miei, ovvio no? 

Per il plum cake tutto bene, son partita come base dalla sette vasetti ...  fatto e cotto, pure buono e profumato!

La torta... il giorno dopo la dovevo decorare... ma con la febbre... non vi dico che voglia!!! Vabbè... ve la faccio vedere la prossima volta!


PLUMCAKE SETTE VASETTI... AL PISTACCHIO

Ingredienti :  3 uova, 2 vasetti (quello dello yogurt si utilizza come dosatore) di farina, 1 vasetto di fecola e mezzo di farina di pistacchio, 2 vasetti di zucchero, 1 vasetto di yogurt (al pistacchio naturalmente), 1 vasetto di olio di semi, 1 bustina di lievito, pistacchi interi e goccie di cioccolato a piacere

Io la sette vasetti la faccio tutta nel bimby, una bella girata e via, ma anche a mano basta mescolare tutti gli ingredienti, uova e zucchero, aggiungo le farine con il lievito setacciato, alternati con yogurt e olio.

Ho versato nello stampo da plum cake foderato con carta forno e sopra ho messo pistacchi sgusciati e tostati pochi istanti in padella e gocce di cioccolato fondente. Una leggera passata di forchetta per muoverli un po'...




... e via in forno caldo ... quasi una quarantina di minuti a 180° 

E' rimasta soffice come è soffice solitamente la sette vasetti (io la adoro per i plumcake!) con un delizioso profumo di pistacchio che è piaciuto anche a mio figlio (pensavo di no... invece l'hanno spazzolata!) 

Buona a colazione o per un tè pomeridiano!



E per la torta farcita... ci vediamo alla prossima! Un baciotto!
mercoledì 18 febbraio 2015

Se in casa arriva un principino... ci vuole proprio un castello!

Alle mie colleghe le torte di pannolini piacciono davvero tanto, qui da noi sono una piacevole novità...
così quando devono festeggiare un nuovo nato.. pensano subito a me... comprano pannolini e pensierini... ed io ho il compito di assemblare il tutto!

Questa volta ho provato a dilettarmi con un piccolo castello!

Avevo a disposizione un vassoio per dolci, due confezioni di pannolini e una confezione regalo a forma di bauletto con dentro bagnoschiuma, cremine e tutto quel che serve per l'igiene del neonato.

Ho posizionato il bauletto al centro del vassoio e ho fatto un giro di pannolini (arrotolati e fermati) introno al bauletto.Ho fermato con del nastro e poi ho creato il perimetro inferiore del castello con del cartoncino blu scuro... mi dispiace di non essere riuscita a fare le foto, però è davvero semplice.

Il bauletto era alto per cui ho rivestito la parte che sporgeva con del cartoncino azzurro realizzando il perimetro superiore del castello (diciamo il secondo piano).

Una volta pronti i due piani ho iniziato a decorare...

Ho preparato 4 torri per il piano inferiore arrotolando per ognuna due pannolini, e 4 torri per il piano superiore arrotolando un singolo pannolino. Le ho poi avvolte in un rettangolo di cartoncino, chiuse con dello scoth biadesivo e un nastrino a pois in tinta.

Ho preparato 8 coni per fare i "coperchi" (ah ah ah  non mi ricordo come si chiamano!!) delle torri e ne ho decorate alcune con un fiocchetto sempre a pois e altre con una bandierina (stuzzicadente su cui ho incollato un nastrino piegato a metà)


Ho decorato con un nastro anche il piano inferiore del castello.

Poi con un cartoncino ho preparto il portone del castello (cartoncino azzurro per simulare una torre centrale, portone blu con sbarre verticali azzurre...nastrini, orsettino e letterina dell'iniziale del pupetto ed eccola pronta).

Una nuvoletta per dare il benvenuto al piccolo principe.


 Impacchettata con carta trasparente, e una coccarda azzurra ... pronta per la consegna!


Benvenuto Giovanni!!