giovedì 29 dicembre 2011

Un Natale ... da ricovero!

Un Natale casalingo... con la famiglia decimata dall'influenza... io e mio marito gli unici sfebbrati... i miei figli, i miei genitori e mia sorella con la febbre che ancora si portano dietro... ma come arriveremo al capodanno???

Questo Natale non sono riuscita a realizzare molte cose, ma questa la volevo proprio preparare per i miei bambini... così la mattina del 25 han trovato una slitta carica di regali sotto l'albero!
Avevo visto l'idea su una rivista e mi son divertita a fare qualcosa di simile.

Ho preparato renne e slitta in cartoncino... avrei voluto rivestirli con carta assorbente e colla (come avevo iniziato)... ma poi per mancanza di tempo sono riuscita a rivestire solo con un primo strato le renne... allora ho risolto semplicemente rivestendole con carta colorata... mio figlio ne è rimasto entusiasta e mi ha ringraziato un sacco... quindi missione compiuta!




martedì 20 dicembre 2011

Aspettando Natale... con le foto!

Che ridere, su internet si trovano foto natalizie strambissime e simpaticissime...
anche io mi sono messa in testa di copiarne qualcuna... e quella che mi ha ispirata di più parlava di "silent night"    .... volevo realizzarla con entrambe le mie pesti... ma già bloccarne uno è un'impresa e mi son dovuta accontentare...
per ora....



Ed eccone poi altre (la mia ve la riservo alla fine!)








  

Forti vero?
Un augurio a tutti.. di Pace e Amore... con la nostra foto!


giovedì 1 dicembre 2011

Aspettando Natale... Pupazzi di Neve

Ma voi lo amate il Natale? Io si… io lo amo… ma più di tutto adoro ASPETTARE NATALE… adoro girare per la città con il naso all’insù a guardare le luci, adoro quella calda atmosfera che si crea in casa con le mie “paccottiglie” sparse un po’ ovunque, adoro creare le decorazioni con mio figlio e vedere la luce nei suoi occhi quando finalmente addobbiamo l’albero, adoro preparare bigliettini e targhettine, adoro pensare ai regali per gli amici, adoro preparare biscottini a tutto spiano (e mangiarne in quantità industriali davanti ad una cioccolata calda), adoro andare a visitare i presepi che riempiono la città… insomma… sono una maniaca dell’avvento!!!

E no… non sto scrivendo questo post perché cerco un aiuto per uscire dal tunnel… io questo tunnel lo voglio percorrere ogni Natale della mia vita perché lo trovo moooolto moooolto mooooolto divertente,interessante,entusiasmante, rilassante, ante ante ante!!!
Questo post è nato solo per rendervi partecipi della mia follia Natalizia… e se c’è qualche malato come me per scambiarci idee e consigli su come goderci meglio questa malattia!

Ho pensato di trascorrere insieme a voi questo periodo d’avvento con qualche proposta da realizzare per la casa, per i regali, con l'aiuto dei bambini sfruttando quella grande risorsa che è il web! Che ne dite? Iniziamo? Allora....


ASPETTIAMO NATALE CON …. I PUPAZZI DI NEVE!



Ecco qui diverse idee per realizzare dei pupazzi da lasciare qua e la per la casa… non sono troppo forti?

1 – Ecco qua dove vanno a finire i
calzini spaiati che girano per la lavatrice!!! Diventano pupazzi di neve!

2 – Avete conservato anche voi 450mila miliardi di
vasetti degli omogeneizzati
? Adesso sapete come utilizzarli ... e se non li avete… poco male… quelli alla frutta sono i migliori ;o))

3 –
Spillette originali da realizzare con i bottoni… potete anche utilizzare i bottoni per dei bellissimi bigliettini o dei chiudi pacco!

4 – Un’idea originale per vestire i vostri bambini? Fortissime queste
magliette ... ma si possono realizzare così anche i grembiuli per la cucina!

5 – Questi li adoro…. con le bottiglie dei detersivi si possono creare delle bellissime
decorazioni luminose!

6 – Ma le
sedie di casa le vogliamo lasciare anonime? Non sia mai!

7 – Questo l’aveva preparato anche il mio bambino l’anno scorso all’asilo!!! Bastano dei
piatti di carta

8 – Usiamo un po’ di
cartoni delle uova .. un po’ di ovatta ed ecco altri bellissimi pupazzi!!!

9 – Un
tappo senza vasetto? Riciclareeeeee

10 – Idee per i
vasetti di terracotta

11 –
Con la carta …. Non sono carinissimi? Si possono preparare in modello mignon imbottiti con cotone per appenderli sull’albero o per decorare i pacchetti dei regali

12 – Ed ecco decorate anche le
bottiglie .. del latte per esempio!

13 – I
vasetti di cotto … fortissimi da decorare… solo la testolina con due vasetti di diversa misura o anche intero con più vasetti

14 – Ma voi ve lo immaginavate cosa si poteva fare con vecchie
lampadine
fuori uso?

15 – Guardando questa foto mi è venuta l’ispirazione per decorare i
rotoli di carta igienica
… un po’ di carta bianca e tanta fantasia. In realtà nel sito decoravano una bottiglia

Vi piacciono queste idee?
mercoledì 30 novembre 2011

Mi trasferisco anche io!!!

Splinder sta chiudendo... e allora che si fa???


Ci si sposta su blogger naturalmente! Il reindirizzamento dovrebbe ormai essere automatico... pian pianino sposterò tutti i miei post e speriamo di trovarci bene anche qui!


Baci baci
mercoledì 2 novembre 2011

Fantasmi, ragni e pipistrelli

Ecco qui le ricette per i dolcetti di Halloween 2011 (si.. lo so che è già passato... ma sono una ritardataria cronica.. e comunque... meglio tardi che mai... giusto?)

Il tempo che avevo era proprio pochissimo... così ho preparato solo due impasti... il primo per i fantasmini che avevo visti realizzati da alcune amiche sulla base di una ricetta di GialloZafferano e il secondo per ragnetti e pipistrelli.

Iniziamo dai ...






FANTASMINI GOLOSI


 Ingredienti

3 albumi
100 gr di zucchero
100 gr di farina
100 gr di burro morbido

Al burro ammorbidito ridotto a crema, aggiugo poco per volta zucchero e farina.
Una volta che il composto è ben amalgamato ho unito gli albumi uno per volta fino ad ottenere un impasto abbastanza denso e liscio.

Ho poi disposto il composto a cucchiaiate su un foglio di carta forno e spalmandolo con il dorso di un cucchiaio ho formato dei cerchi di circa una decina di cm abbastanza sottile di spessore. Formare diversi cerchi fino a terminare il composto.
Ho infornato in forno già caldo a 180° per pochi minuti fino a che non si sarà leggermente colorato il bordo (non deve essere troppo cotto ne troppo crudo per potersi staccare facilmente).

La ricetta diceva di staccare i cerchi dalla carta forno e di inserirli in una tazzina di caffè finchè non si siano induriti. Io invece (dopo un po' di tentativi... mi si rompevano sempre) ho tagliato la carta forno e ho rovesciato i cerchi (che in questo modo si staccavano da soli dalla carta forno) appena sfornati su dei bicchierini da liquore capovolti e li ho lasciati indurire così.

Una volta asciugati ho disegnato con del cioccolato gli occhi e la bocca dei fantasmini (si doveva mettere anche una spolverata di zucchero a velo per dare l'idea del bianco fantasma... ma il mio capo cuoco cinquenne ha detto no!)
 

RAGNETTI E PIPISTRELLI BON BON


Ingredienti

300 gr di biscotti ridotti in polvere
100 gr di formaggio spalmabile
50 gr di cioccolato fondente fuso
riso soffiato q.b.
Per decorare
lenti colorate di cioccolato
biscottini a bastoncino (tipo Mikado)

Diciamo subito che questa ricetta è una non ricetta, nel senso che gli ingredienti si possono ricavare da quel che avete in casa... io avevo dei biscotti Ringo, degli amaretti e dei cereali al cioccolato , ma potete aggiungere all'impasto qualsiasi cosa vi piaccia, ad esempio nocciole o altra frutta secca, cacao in polvere, creme alla nocciola.... insomma, quel che vi piace, l'importante è che impastando il tutto si ottenga un impasto morbido da poter modellare come polpette.

Ho preparato quindi tante palline monoporzione nei pirottini di carta e li ho poi decorati con le lenti di cioccolato per fare gli occhi, pezzetti di Mikado come zampette per i ragnetti e ali di cartoncino (tagliate con dei fustellatori) per i pipistrelli.

Ho messo una goccia di cioccolato su ogni occhio e posto tutto in frigo a solidificare... veloci e buonissimi!!

Ve ne ricorderete il prossimo Halloween? ;o))

Con queste ricette vorrei partecipare a questo contest del Molino Chiavazza "Trick or treat"

IL SESTO CONTEST: TRICK OR TREAT??!
martedì 1 novembre 2011

Dolcetto o scherzetto...

... e felice Halloween a tutti... io me ne vado al lavoro (ebbene si... mi tocca!)... godetevela anche per me!


Questi sono i dolcetti straveloci che ho fatto quest'anno... semplici palline di biscotti e cioccolato decorate a piacere!
lunedì 24 ottobre 2011

Metti che una sera invece di dormire…

… ti viene la brillante idea di consumare un paio di chili di uva fragola che tuo suocero ti ha gentilmente portato dal giardino… metti che non sopporti proprio l’idea di utilizzarla con i semini perché poi li dovresti mangiare e la cosa non ti piace…. metti che la mamma sta preparando una torta salata con le bietole per il giorno dopo….

…. va a finire che alle due di notte ti ritrovi la cucina così !



La parte più bella… è stata pulire dai semini i due chili d’uva fragola (che poi… cavolino… son quasi più grandi i semi dell’acino !!) … mia mamma si stava addormentando con l’uva in mano!!!
Che lavoraccio…

Ho preparato una torta e una focaccia dolce…. buone entrambe.. la torta perfetta per la colazione… ma la focaccia è davvero particolare, molto molto buona ed anche se l’ho lasciata cuocere troppo si è mantenuta bella soffice! Dei due chili di uva ne ho utilizzato un chilo per torta e focaccia, diciamo ad occhio un po' in più nella torta (e con il chilo restante stamattina ho preparato una deliziosa confettura!)

FOCACCIA DOLCE ALL’UVA FRAGOLA


Ricetta di qualche anno fa trovata qui

Ingredienti

300 g farina 00 (io ho fatto 150 di 00 e 150 di farina 0)
30 g zucchero
160 g acqua
5 g lievito (una bustina di lievito secco)
3 g sale
15 g burro
1/2 cucchiaino malto (non ne avevo, sostituito con zucchero)

uva fragola q.b.
olio
zucchero

Ho impastato tutto nel bimby e l’ho poi lasciato lievitare per un paio d’ore al calduccio.





Al termine del riposo ho steso l’impasto nella teglia del forno ricoperta con un foglio di carta forno leggermente unto d’olio e l’ho steso (la ricetta prevedeva di incorporare a questo punto l’uva all’impasto e poi stenderlo, ma io ho messo l’uva solo in superficie perché avevo paura non mi piacesse se ne mettevo troppa), ho ricoperto con l’uva e lasciato lievitare un’altra mezz’ora.

Ho passato un filo d’olio in superficie, una spolverata abbondante di zucchero e messo tutto in forno caldo a 200° per circa mezz’ora (mi sarebbero bastati una ventina di minuti, ma lasciandola un poco in più si è colorata troppo anche se è rimasta morbida).



Davvero buona, una bella sorpresa perchè non mi aspettavo mi sarebbe piaciuta tanto.

Alla prossima con la ricetta della torta!
venerdì 14 ottobre 2011

Maialini di Pan Brioches

Cosa mancava all’appello in questo periodo di stress? Un po’ di “sana” paura che non fa mai male… e così è da qualche giorno che combatto con piccoli attacchi d’ansia.. sento il cuore che batte… non accelerato.. ma lo sento forte nel petto e ho quella sensazione di qualcosa che stringe… per fortuna che ho un metodo per cacciar via i brutti pensieri… impastare e cucinare!!

Qualche giorno fa nei miei viaggi tra un blog e l’altro mi sono imbattuta in una foto di panini a forma di maialino, molto molto carini, così, complice lo stress, una confezione di bustine di lievito in polvere in prossima scadenza e il pensiero della merendina per mio figlio a scuola materna… mi è venuta voglia di prepararli.

Ho cercato qualche ricetta sui blog e mi sono imbattuta in questa che mi ha ispirata subito… ve la riporto con le mie modifiche tra parentesi.



MAIALINI PAN BRIOCHES

Ingredienti (per 12 maialini)
 
250 gr di farina 00
100 ml di latte tiepido
60 gr di zucchero
30 gr di burro fuso tiepido (io ho sostituito con la stessa quantità di olio d’oliva)
1/2 cucchiaino di sale
1 uovo
13 gr di lievito di birra fresco (io la bustina)
la scorza grattugiata di 1/2 limone (non messa perché non avevo limoni)
i semi di 1/2 bacca di vaniglia (non messa perché non avevo vaniglia)


Per farcire
 
1 uovo sbattuto
crema alla nocciola q.b.
gocce di cioccolato

 

Io ho impastato tutto molto velocemente nel bimby, mettendo insieme tutti gli ingredienti (fretta… sempre fretta)… l’impasto mi è venuto molto molle per cui ho aggiunto un po’ di farina. Alla fine l’impasto era sempre molle, ma non si riusciva a posarlo nella ciotola senza che si attaccasse alle dita. Ho lasciato riposare coperto nel microonde per circa 3 ore.



Ho ripreso in mano l’impasto e l’ho steso sottile, circa 4 mm, ed ho tagliato dei dischi più grandi per fare il viso del maialino (24 dischi), 12 dischetti più piccoli per il naso e da una striscia ho ricavato 24 triangolini per le orecchie.

Su 12 cerchi grandi ho posato un cucchiaino di Nutella (va bene qualsiasi crema alla nocciola, marmellata, crema pasticcera.. e perché no anche un ripieno salato.. io ne ho fatto 4 ai wurstel… insomma, quel che più gradite) e bagnando con acqua il bordo l’ho richiuso con un secondo disco. Sopra sempre aiutandomi con l’acqua ho attaccato il nasino (il cerchietto piccolo a cui ho fatto due buchetti con uno stuzzicadenti da spiedino) e le due orecchie.

Ho lasciato lievitare ancora un’ora, ho spennellato con uovo sbattuto e infornato a 180° per una decina di minuti (il tempo di far dorare la superficie). Una volta pronti ho messo le gocce di cioccolato per fare gli occhietti


Non sono deliziosi?? Mio figlio ne è rimasto entusiasta e domani ne porterà uno per merenda all’asilo (ed io uno al lavoro... sono piccola anche io!)
 
sabato 17 settembre 2011

Pan di Spagna Cioccaffè... per il mio compleanno!!

Un altro compleanno da festeggiare… e questa volta è il mio!!! Ebbene si, anche per me si avvicinano i fatidici 40... ma manca ancora un po' dai!!

Per la prima volta da 5 anni a questa parte non lo festeggio a casa ma stanotte mi tocca lavorare… evvabbè, poco male, in questi giorni in casa mancano anche due persone speciali bloccate in ospedale dagli eventi che ci han travolto quest’estate… per cui niente festeggiamenti!!

Però la torta l’ho preparata lo stesso… il mio cucciolotto la reclamava (come sempre) e l’ho accontentato volentieri (siamo troppo golosi, che problema!!!)

PAN DI SPAGNA CIOCCAFFE'

 


Ingredienti

Per il pan di spagna (fedele alla ricetta di
Imma)

4 uova
160 di zucchero
80 di farina (da cui ho tolto 2 cucchiai e li ho sostituiti con un cucchiaio di cacao amaro e uno di caffè solubile)
80 di frumina
1/2 bustina di lievito (facoltativo)
Sale

Per la Crema Philadelphia Milka

300 g di Philadelphia milka,
12 cucchiai di latte condensat
200 gr di panna (io ho usato quella vegetale)

Bagna

250 cc di acqua
50 gr di zucchero
Nesquik q.b.

Ho preparato il pan di spagna. Ricordate sempre che l’importante è sbattere le uova con lo zucchero per almeno una ventina di minuti, questo renderà il composto gonfio e spumoso e farà lievitare la torta (anche senza lievito). Poi si uniscono farina e frumina (in questo caso anche caffè e cacao) e se si vuole (per scaramanzia) un po’ di lievito con movimenti delicati per non smontare le uova, lentamente, senza fretta e infine si inforna a 180° per una mezz’oretta. Io uso una tortiera da 26 con fondo rimovibile, metto solo sul fondo la carta forno bloccandola all’interno del cerchio apribile e senza mettere altro sul bordo. Viene sempre bello!

La crema è molto semplice. Ho trovato
questa versione su cookaround ho montato ad alta velocità Philadelphia e latte condensato. Poi, una volta che si è trasformata in mousse, ho aggiunto la panna fredda di frigorifero ed ho continuato a montare.
L’unico difetto a questa crema è che per il mio gusto personale era troppo dolce… da una parte la Philadelphia con cioccolato milka (buona eh!), poi il latte che è zuccherato e la panna anch’essa già zuccherata …. insomma per me era un po’ troppo. Da riprovare usando panna fresca senza zucchero o Philadelphia normale aggiungendo poi cioccolato fuso o Nutella.

Ho preparato una bagna facendo bollire acqua e zucchero per qualche minuto e poi unendo un cucchiaino di nesquik. Volendo si può sostituire il nesquik con un liquore al caffè, con un cucchiaino di caffè in polvere…

Ed eccola assemblata… pan di spagna tagliato a metà, bagnato con lo sciroppo e poi un bello strato di crema. Ancora pan di spagna bagnato e poi ricoperto con la crema restante. Decorato con biscottini al cioccolato sui bordi (da notare che mancano da un lato perché mio marito ha pensato bene di prenderne una scatola e di mangiarsela per la merenda di qualche giorno fa!!!) mentre sopra adoro questa decorazione con le righine sfalsate!
E poi visto che la torta era per me… qualche fiorellino di cialda.




Noi l’abbiamo assaggiata a pranzo… spazzolata più che altro… dolce... ma proprio buona!
lunedì 5 settembre 2011

Bietole, scamorza affumicata e praga.. per una torta!

Buon quasi finita domenica! Trascorsa bene?

Io ho passato una tranquilla mattinata al lavoro (che fosse sempre così la vita di reparto ci metterei la firma fino alla pensione ) e poi pomeriggio a casa con i bambini.. di uscire non ne avevo voglia… troppo caldo e poi l’unico parco decente in zona… apre tra le 19.30 e le 20 …. l’ideale per far scatenare i miei figli prima della nanna  … così dopo la sudata c’è il rientro casa con lotta per fargli una semplice doccia… lotta per la nanna e capricci fino alle 23… ma chi me lo fa fare  ??

Meglio un pomeriggio a casina nostra tra plastilina (o plastichina come dice Gaetano), esercizi di pregrafismo (“Mamma ma una pagina intera è tantissimoooooo” … e io già mi angoscio al pensiero della scuola il prossimo anno… che mi farà passare questo terremoto? ) e merenda con il gelato con Rita che a quasi 18 mesi ha deciso che no… il gelato fragola e limone non va più bene e che è molto meglio la mia coppetta al caffè  !

Insomma… un tipico pomeriggio mamma e figli!

Poi ci siamo tolti anche lo sfizio di fare la pizza … ma chi ce lo fa fare di accendere il forno.. mah!

Però invece della pizza… vi lascio la ricetta di una torta rustica con una verdura semplice ma buona come le bietole, insaporita dal gusto affumicato di scamorza e Praga.


TORTA RUSTICA DI BIETOLE, SCAMORZA AFFUMICATA E PRAGA


Ingredienti : un rotolo di pasta sfoglia o brisee a piacere, un mazzetto di bietole lessate, due uova, un etto di Praga e una scamorzina, parmigiano a piacere, un pizzico di sale


Ho lessato in poca acqua salata le bietole e le ho scolate e tagliate a pezzetti.

Ho steso la sfoglia bucherellando il fondo e vi ho disposto le bietole e pezzetti di scamorza a cubettini.

Ho sbattuto le uova con un pizzico di sale e una spolverata di parmigiano e le ho versate sopra le bietole.



Infine ho disposto le fette di prosciutto e delle striscette di scamorza e infornato a 180° per una mezz’ora fino a formare una bella crosticina dorata.



Era buonissima servita tiepida!

Un abbraccio e una novità…. Se siete amanti della lettura vi invito a fare quattro chiacchiere sul mio nuovo blog
"Il mondo dei libri... di Stefy" dove i libri la fanno da padrone… questa settimana vi voglio raccontare di una storia d’amore meravigliosa… “L'ARTE DI ASCOLTARE I BATTITI DEL CUORE” di Jan-Philipp Sendker

"Tutta la felicità che un uomo poteva desiderare la possedeva già. Amava ed era riamato. Incondizionatamente." .... "Era tutto lì. Così semplice, così complicato."

Vi aspetto!!!
domenica 28 agosto 2011

Una famiglia mostruosa (per la serie ma che mi tocca fare per far divertire mio figlio)

Quando chiudono gli asili per le vacanze per noi mamme triplica il lavoro... essì, perchè trattenere i nostri bambini in casa senza farli annoiare certe volte è proprio dura. E dalla noia ai giochi senza controllo il passo è breve!

Mio figlio poi è una peste spericolata... a 5 anni adora dinosauri e draghi, cavalieri e castelli... e sinceramente fare lotte e combattimenti con lui tutto il pomeriggio.... nun se po' fa' .. così via a plastilina e colori a dita, disegni e manualità.

Quante idee si possono trovare su internet, c'è solo l'imbarazzo della scelta... e così quando mi è caduto l'occhio su una buffa immagine... ho pensato di riproporre a Gaetano lo stesso gioco.

Ci siamo divertiti a disegnare delle bocche strane e a colorarle.

Poi le abbiamo ritagliate e con delle cannucce e pezzi di scotch abbiamo fatto i manici per tenerle e abbiamo iniziato a scattare foto. Ci siamo divertiti per una mezz'oretta buona solo a fare le foto... un'altra mezz'ora per la realizzazione ed un'ora se ne è andata!
E riguardando le foto ci siamo fatti un sacco di risate... prendendoci in giro

Qui si possono acquistare le illustrazioni originali (davvero divertenti).... ed ora beccatevi le nostre!



giovedì 25 agosto 2011

Dolce delizia al limone

Mamma mia che calde queste giornate di metà agosto… roba da infilarsi sotto la doccia alle sette del mattino e uscirne la sera verso le ventitrè …. per infilarsi nella camera da letto già bella rinfrescata dal condizionatore!!!

Invece… il 19 agosto cade puntuale il compleanno di mio marito che desidera da tanto tanto tempo un bel piatto di gnocchi di patate fatti in casa e gratinate al forno dentro i tegamini in terracotta… e poi bisogna fare la torta… e il forno rimane acceso buona parte della giornata!!!

Mamma mia che caldoooooo….. anche se mi piace troppo vederlo contento e soddisfatto!!!

Visto che la ricetta degli gnocchi l’ho già postata
qui… adesso vi racconto un po’ della deliziosa torta al limone che abbiamo mangiato. Ho trovato in vecchio numero di Più dolci un golosissimo tiramisù al limone, con un paio di modifiche… è nata questa 


TORTA DELIZIA AL LIMONE



Ingredienti :

Pan di spagna : il pan di spagna (in questo caso di 4 uova) lo faccio ormai solo con la ricetta di Imma che potete trovare
qui

Crema al limone : è composta da due creme, una fatta solo con 500 gr di latte intero, 100 gr di zucchero, 70 gr di farina (o fecola o farina di riso), buccia di limone e l’altra con 70 gr di burro, 100 gr di zucchero, succo e buccia di due limoni, 2 uova

Gelatina al limone : 200 gr di acqua, 130 gr di zucchero, 70 gr di succo di limone, 30 gr di scorza di limone, 10 gr di colla di pesce.

Bagna : 80 gr di zucchero, 80 gr di acqua, 80 gr di succo di frutta (io ho usato quello di pera, ma se si preferisce una bagna alcolica si può usare il limoncello)

Ho iniziato a preparare le creme,

la prima usando il bimby : ho inserito il latte, lo zucchero, la farina e la buccia di limone, 8 min, vel 3, 80° (si può tranquillamente fare in un pentolino a bagnomaria o direttamente su fuoco basso fino a che si addensa)

per la seconda ho sciolto il burro con lo zucchero, il succo e la buccia dei limoni (io ne ho usato in realtà uno solo, del giardino di mio suocero, ma era davvero bello grande), ho lasciato bollire pochi minuti poi, a fuoco spento, ho aggiunto le uova leggermente sbattute. Ho cotto altri 3 minuti e poi passato al setaccio e lasciato raffreddare.

Una volta fredde ho unito le due creme e le ho messe in frigorifero.

A questo punto ho preparato la gelatina. In un pentolino ho sobbollito per 5 minuti l’acqua con lo zucchero e la scorza di limone. Spento il fuoco ho unito il succo di limone e la colla di pesce (ammollata in acqua fredda e ben strizzata) mescolando bene per far sciogliere la colla di pesce. Ho aggiunto qualche goccia di colorante giallo per farlo più colorato.

Per la bagna invece ho bollito per 3 minuti acqua e zucchero in parti uguali e poi a fuoco spento ho unito il succo di pera (sempre la stessa quantità di acqua e zucchero).

Una volta raffreddato il tutto ho iniziato ad assemblare la torta.

Ho tagliato a metà il pan di spagna, bagnato con la bagna e steso un bello strato di crema al limone (avrei voluto aggiungervi la panna montata per alleggerirla un po’ ma non ne avevo in casa ed ho fatto senza). Ho lasciato la torta nella tortiera con lo stampo apribile ed ho messo il tutto in frezeer per una decina di minuti.

Trascorso questo tempo ho steso uno strato di gelatina al limone (era ancora liquida) e ho lasciato il tutto ancora nel congelatore per altri 10 minuti. La gelatina si è rappresa subito.

Poi ho steso il secondo strato di pan di spagna anche questo bagnato con la bagna.

Sopra ho messo la crema rimasta e decorato con delle meringhette e delle caramellino a spicchio d’arancio (non avevo quelle al limone ;o)) ). Ho messo in frigo fino al momento di servire. Le meringhette si sono un po’ ammollate per il tempo trascorso a contatto con la crema, la prossima volta le metterò all’ultimo minuto.



Due meringhette, delle caramelline, un nastro intorno per decorarla... ed eccola qua, buona e fresca! E meno male che dovrei essere a dieta!!
sabato 20 agosto 2011

Auguri amore

Al mio grande amore... quello che oggi ha compiuto 39 anni....

Incontrarti ha cambiato la mia vita,
non c'è sempre il sole nelle nostre giornate,
ma da quando ho te vicino
il brutto tempo dura sempre meno di un attimo.

Ti amo
 


sabato 13 agosto 2011

Buffet per il primo compleanno

Ogni tanto faccio una ricomparsa… purtroppo in famiglia stiamo passando un periodo non troppo bello, è proprio vero che quando manca la salute… manca tutto… ma noi non ci arrendiamo e andiamo avanti anche se è dura!

Ormai sono passati quasi 5 mesi da quando la mia pupetta ha compiuto un anno… un anno ricco di gioie, perché la mia bambina è un piccolo grande raggio di sole nelle nostre giornate… ha come ogni bimbo i suoi momenti no… ma il più delle volte è solare e felice di essere al mondo… di scoprire quel che la circonda e di renderci partecipi delle sue “grandi” imprese! Abbiamo deciso di festeggiarla in casa insieme ai nonni e agli zii… così abbiamo preparato un piccolo buffet e qualche decorazione hand-made….

Come al solito in queste situazioni ho preso idee a piene mani da internet… mi sarebbe piaciuto fare mille cose… ma il tempo come sempre è stato tiranno e alla fine ho fatto la metà di quel che avrei voluto… anche se devo dire che i nostri ospiti sono rimasti contenti ed han gradito!

Ecco qui una panoramica del buffet 




Ho preso alcune cose già pronte come i rustici alla ricotta (buonissimi), pizzette e calzoni ripieni, mozzarelline e piccole provolette ripiene (al prosciutto, alle olive e al peperoncino), salamini e formaggi vari, mentre il resto l’abbiamo preparato in casa io e la mia mamma.

Due torte salate, una con funghi ed emmenthal e l’altra ai carciofi 




 Mini involtini preparati con carpaccio di vitello (fette sottili) con ripieno di verdurine (zucchine e carote), un pezzetto di formaggio e una fettina di speck (questi devo dire sono piaciuti molto!)… molto mini si mangiavano tranquillamente in due bocconi (la prossima volta li voglio fare ancora più piccoli… da un sol boccone!)




Spiedini con pomodorini, mozzarelline, wurstel, prosciutto o speck e focaccia… infilati in questa fantastica tartarughina di pane scovata su
cookaround






Infine la torta... un semplice pan di spagna, qui la ricetta, guarnito con crema pasticcera e panna e sopra una cialda con la dolce Titty... da notare le ditate del mio golosissimo primogenito che come al solito non ha saputo resistere al dolce!

Ho decorato la casa al minimo…. Avevo trovato mille idee geniali in diversi blog e anche se alla fine sono riuscita a realizzare ben poco devo dire che è stato divertente farlo!

Ho gonfiato un po’ di palloncini per far giocare i bambini ed ho preparato al computer un festone di Buon Compleanno che ho appeso proprio sopra il buffet, affiancandolo ad un palloncino gonfiato ad elio (che pensavo fosse un poco più grande in realtà… evvabbè…)



Un’idea carina che avevo visto (realizzata però con piccoli fiorellini) è quella della tovaglia…. Ho steso una semplice tovaglia bianca e sopra ho sparso varie foto del primo anno di vita della mia bimba, ne avevo fatte stampare un bel po’ tra quelle che preferivo, intervallate da scritte tipo “Buon compleanno” “Auguri” “1 anno” “Rita” etc. Sopra alla tovaglia e alle foto ho steso uno di quei tovagliati in plastica trasparente tagliato a misura del tavolo che ha fatto da collante per cui le foto e le scritte non si sono mosse e sopra ho potuto disporre i vari piatti del buffet… è stato forte vedere gli invitati che spostavano i piatti per guardare le foto ;o)) mentre mia cugina ha detto che sarebbe bello riprendere l’idea per la festa dei suoi 40 anni!



In sala invece ho preparato un cartellone con un cartoncino 50x70 decorato con una foto per ogni mese del suo primo anno, una scritta di Buon compleanno centrale e una frase di auguri che ho trovato in un sito di auguri e leggermente modificato.


Adoro i primi compleanni.... e i secondi... i terzi .... i quarti.... tutti!!

sabato 16 luglio 2011

Momenti....

Ci sono momenti in cui sembra che il mondo giri dalla parte sbagliata... in cui tutto è senza senso... ti piombano addosso certe notizie e la paura ti attanaglia lo stomaco... poi impari a convivere con questa paura... e scopri che dentro di te c'è la forza di andare avanti.. perchè non puoi fare altro che andare avanti e sperare o mollare tutto e cadere nel baratro...

e così.... ci proviamo... e andiamo .... davanti a noi c'è una faticosa salita... ma speriamo che il prima possibile... ci sia anche una meritata discesa !

Eccomi di nuovo qua... con un po' di pensieri... e tanta voglia di normalità... e allora ripartiamo dalla cucina... perchè mangiare bene è una piccola, grande soddisfazione quotidiana, no?

In questo periodo stiamo cercando di mangiare verdura, verdura e verdura... ma come ho detto spesso non sempre ci piace mangiarla.. quindi che si fa? Ma ovvio... la si trasforma in una portata da gran tavola!

Questo piatto l'ho visto qualche giorno fa in una rosticceria... ed avendo a portata di mano una marea di melanzane da preparare... mi son messa in moto insieme alla mamma per realizzare questa "variante" della parmigiana!


MEZZELUNE DI MELANZANE




Ingredienti : due melanzane (quelle violette, belle rotonde), 150 gr di prosciutto cotto, formaggio tipo provoletta o scamorza affumicata, sugo di pomodoro, formaggio grattugiato e qualche fogliolina di basilico. Un uovo e farina di semola di grano duro per la frittura.

Tagliare a fette le melanzane, passarle nell'uovo sbattuto e poi nella semola e friggere in olio ben caldo. Scolare su carta assorbente e lasciar intiepidire.

Su ogni fetta di melanzana disporre un po' di prosciutto cotto e un pezzetto di provola (in alcune ho messo anche un pezzetto di crescenza che avevo in casa da finire) e chiudere a metà formando una mezzaluna.

 





Disporre in una pirofila, cospargere con qualche cucchiaio di sugo di pomodoro e abbondante parmigiano grattugiato. Sistemare qualche fogliolina di basilico qua e là e infornare per qualche minuto in forno caldo a 200 per gratinare.
domenica 24 aprile 2011

Buona Pasqua a tutti.... chi vuole assaggiare le mie pardule?

Sono passata di qua l'ultima volta nel periodo natalizio... ed ecchime di ritorno per festeggiare la Pasqua!

Avere due bimbi è bello... ma anche molto impegnativo e tra mille cose da fare... qualcosa viene sempre sacrificato... è toccato anche al blog e alla cucina... alla lettura... ad internet ed ai miei spazi privati... per fortuna poi ad un certo punto il tempo torna a lasciare piccoli spazi da dedicare non solo ai miei tesori ma anche al resto del mio mondo... ed eccomi qui (sperando di non sparire subito un'altra volta!)

La mia piccolina ha oramai 13 mesi (quasi 14) e siamo in pieno periodo di assaggi... devo dire che per esser piccola... mangia tantoooo... eccome se mangia... vuole assaggiare ogni cosa e fino ad ora, a parte la frutta (ma la freghiamo cantandole qualche canzoncina o facendole vedere la pubblicità) non è mai rimasta schifata da nulla! Chissà quanto durerà questo periodo di grazia prima che anche lei cominci come il fratello con i suoi ... questo non lo voglio... questo non mi piace... speriamo mai!

Ma passiamo alla ricettina di oggi... questi dolci sono specialità sarde che si preparano in questo periodo, le pardule (is pardulas) che io letteralmente adoro... ne mangerei a quintalate, specialmente queste preparate in casa! Le ricette come al solito sono tante e diverse... mia mamma mi ha insegnato a prepararle così...


 LE PARDULE

Ingredienti per l'impasto : 100 gr di farina 00, 100 gr di farina di semola, 40 gr di burro, acqua q.b

Ingredienti per il ripieno : 300 gr di primosale, 100 gr di ricotta (un tipo asciutto), 200 gr di zucchero, 2 uova, 1 bustina di zafferano, la scorza grattugiata di un'arancia, due cucchiai colmi di farina

Inizio a preparare l'impasto impastando la farina con il burro e aggiungendo acqua tiepida quanto basta per ottenere un impasto liscio e sodo che lascerò poi a riposare per una mezz'ora.

Intanto preparo il ripieno : schiaccio con una forchetta primosale e ricotta, aggiungo lo zucchero, le due uova (in alternativa si possono utilizzare solo i tuorli di 4 uova), lo zafferano e la scorza di arancia. Se l'impasto risulta troppo morbido aggiungere un cucchiaio di farina alla volta fino ad addensarlo.


A questo punto riprendere la pasta e lavorarla ancora un poco, stenderla poi in una sfoglia sottile e ricavarne dei dischetti (con un coppapasta o un bicchiere



Al centro di ogni cerchio posizionare un cucchiaino di ripieno e iniziare a "pinzare" la pasta intorno al ripieno per ricavarne dei petali.





Infornare a 180° per circa una mezz'ora. Sfornare e lasciar intiepidire prima di spolverizzarle con zucchero a velo.

Eccole pronte per essere servite.. prendetele e .... Buona Pasqua a tutti!!!


domenica 16 gennaio 2011

A Natale ho swappato...


e come al solito sono in ritardo con i miei post... tra poco è Pasqua.. sigh sigh.... e io sono stanchissimissima da quando sono rientrata al lavoro... diciamo che mi sono un pochino (e chiamalo pochino) persa ultimamente... ma risorgerò dalle mie ceneri.. prima o poi....

Devo chiedere intanto scusa alla mia abbinata dello swap "Sotto l'albero" organizzato da Piccoloangolocountry per il ritardo con cui ho inviato il mio pacco... poi ci si sono messe anche le poste che per spedire un pacchetto da Salerno a Napoli hanno impiegato la bellezza di 10 giorni (e uno paga per farlo arrivare in tre!)

La mia abbinata era Antonella, del bellissimo blog  “Dolci e capricci”  e questo è quello che ho ricevuto da lei



Ecco il particolare del piattino decorato con decoupage (molto bello!!!)



e dei buonissimi (oltre che deliziosi da guardare) gingerbread man di cui vorremmo io e mia mamma la ricetta!!



Grazie ancora infinite!


Io invece le avevo mandato una ghirlanda e delle palline decorate con la tecnica del quilling che con calma, magari prima di Pasqua davvero... vi farò vedere....


Poi ho partecipato ad un altro swap, quello proposto da Annamaria di "I piaceri della vita" ... la mia abbinata era Alessia, senza blog, ma con profilo Facebook che mi ha inviato tutte queste belle cose!!!



Una tavoletta di cioccolato lindt fondente, tisana camomilla e miele, un pandorino, un lecca lecca di cioccolato, un sacchettino in feltro con dei biscottini fatti da lei, decorazioni per l'albero e una deliziosa salsa con i pomodori del suo orto che abbiamo già usato e apprezzato!!
Grazie ancora!!!

E Ancora scusa per i ritardi!!