domenica 24 aprile 2011

Buona Pasqua a tutti.... chi vuole assaggiare le mie pardule?

Sono passata di qua l'ultima volta nel periodo natalizio... ed ecchime di ritorno per festeggiare la Pasqua!

Avere due bimbi è bello... ma anche molto impegnativo e tra mille cose da fare... qualcosa viene sempre sacrificato... è toccato anche al blog e alla cucina... alla lettura... ad internet ed ai miei spazi privati... per fortuna poi ad un certo punto il tempo torna a lasciare piccoli spazi da dedicare non solo ai miei tesori ma anche al resto del mio mondo... ed eccomi qui (sperando di non sparire subito un'altra volta!)

La mia piccolina ha oramai 13 mesi (quasi 14) e siamo in pieno periodo di assaggi... devo dire che per esser piccola... mangia tantoooo... eccome se mangia... vuole assaggiare ogni cosa e fino ad ora, a parte la frutta (ma la freghiamo cantandole qualche canzoncina o facendole vedere la pubblicità) non è mai rimasta schifata da nulla! Chissà quanto durerà questo periodo di grazia prima che anche lei cominci come il fratello con i suoi ... questo non lo voglio... questo non mi piace... speriamo mai!

Ma passiamo alla ricettina di oggi... questi dolci sono specialità sarde che si preparano in questo periodo, le pardule (is pardulas) che io letteralmente adoro... ne mangerei a quintalate, specialmente queste preparate in casa! Le ricette come al solito sono tante e diverse... mia mamma mi ha insegnato a prepararle così...


 LE PARDULE

Ingredienti per l'impasto : 100 gr di farina 00, 100 gr di farina di semola, 40 gr di burro, acqua q.b

Ingredienti per il ripieno : 300 gr di primosale, 100 gr di ricotta (un tipo asciutto), 200 gr di zucchero, 2 uova, 1 bustina di zafferano, la scorza grattugiata di un'arancia, due cucchiai colmi di farina

Inizio a preparare l'impasto impastando la farina con il burro e aggiungendo acqua tiepida quanto basta per ottenere un impasto liscio e sodo che lascerò poi a riposare per una mezz'ora.

Intanto preparo il ripieno : schiaccio con una forchetta primosale e ricotta, aggiungo lo zucchero, le due uova (in alternativa si possono utilizzare solo i tuorli di 4 uova), lo zafferano e la scorza di arancia. Se l'impasto risulta troppo morbido aggiungere un cucchiaio di farina alla volta fino ad addensarlo.


A questo punto riprendere la pasta e lavorarla ancora un poco, stenderla poi in una sfoglia sottile e ricavarne dei dischetti (con un coppapasta o un bicchiere



Al centro di ogni cerchio posizionare un cucchiaino di ripieno e iniziare a "pinzare" la pasta intorno al ripieno per ricavarne dei petali.





Infornare a 180° per circa una mezz'ora. Sfornare e lasciar intiepidire prima di spolverizzarle con zucchero a velo.

Eccole pronte per essere servite.. prendetele e .... Buona Pasqua a tutti!!!


0 commenti:

Posta un commento