venerdì 29 novembre 2013

Una torta di rose ... vincente!

Vi ricordate che lo scorso anno ho partecipato ad un concorso con la torta di rose speck e funghi ed ho vinto il premio per la torta più bella?

Quest'anno per la festa di S.Maria hanno riproposto lo stesso concorso, così ho invitato a casa mia cognata e ci siamo messe a preparare due torte.... abbiamo pastrocchiato tutta la mattinata e alla fine abbiamo consegnato una torta ciascuna.... ed una delle due ha vinto, come l'anno scorso.... però quest'anno la stessa torta ha vinto entrambi i premi!!! Beh! Son soddisfazioni, eh!!!

Ecco la torta vincitrice, vi piace?



L'idea era di creare un vero e proprio bouquet, infatti ho preparato le rose singolarmente e le ho decorate una ad una con con carta crespa azzurra e bianca (colori in onore della Madonna),
per poi inserirle in un vaso. 

Faceva proprio una bella figura! 

La ricetta è molto semplice... pan brioches bimby preparato con 500 gr di farina manitoba, 3 cucchiaini di zucchero, 2 uova, 60 gr di burro, 180 ml di latte, un panetto di lievito di birra, 1 cucchiaino di sale

Ho impastato tutto nella planetaria e lasciato lievitare un paio d'ore.

Ho diviso il composto in panetti di circa 40 gr. e li ho preparati come avevo spiegato qui.

Poi li abbiamo farciti con due ripieni diversi... 

una parte con una fetta di speck, una fetta di zucchina sottile e un po' di scamorza affumicata


un'altra parte con una fetta di melanzana impanata e fritta, un po' di sugo, una fettina di scamorza


Questa invece è l'altra torta... pasta di pane con ripieno di funghi, salsiccia e grana... poverina... lei non ha vinto... però era buona e carina lo stesso, vero?







lunedì 18 novembre 2013

Un pan di spagna mal riuscito....

ebbene sì, lo confesso.... al compleanno di mio marito ho fatto una schifezza di pan di spagna che si è gonfiato benissimo nei primi 20 minuti e si è poi afflosciato al centro rendendolo inutilizzabile...
... ma era così buono... molto umido in alcuni punti e croccante addirittura in quella parti più afflosciate perchè non si era cotto uniformemente... profumatissimo di limone (avevo usato quelli dolcissimi della costiera)... tanto che mio marito ha cominciato a mangiucchiarsene un pezzetto per volta ancora tiepido...

ma io avevo già pensato a come riutilizzarlo... così gliel'ho letteralmente tolto da sotto i baffi... e l'ho farcito con una bella crema al limone e con una gelatina.... che invece di solidificarsi in superficie è colata tutta nel pan di spagna inzuppandolo al punto giusto!

Insomma... da un disastro è uscita questa delizia... bruttarella si (non mi sono nemmeno messa a cercare di decorarla un po') ... ma buona buona!




MATTONELLA CREMOSA AL LIMONE

Ingredienti : un pan di spagna mal riuscito, 500 gr di crema al limone, gelatina al limone, panna da montare, una giornata in cui tutto gira dalla parte sbagliata!

Crema al limone : 450 cc di latte, 50 cc di succo di limone (se avete dei limoni dolci tanto meglio!!), scorza di un limone, 60 gr di farina (o fecola di mais), 100 gr di zucchero, 2 uova

Io uso il bimby per questa crema, bisognerebbe frullare zucchero e scorza di limone, ma a me la crema piace più liscia e preferisco mettere la scorza intera per poi toglierla alla fine...

Inserisco tutti gli ingredienti e faccio andare 6 min, 80°, vel 4, antiorario.... un po' più di tempo se vogliamo la crema più densa.

Una volta raffreddata, l'ho unita a 200 cc di panna fresca montata con un cucchiaio di zucchero (o una di quelle vegetali già zuccherate senza aggiungere nulla).

Ho foderato con carta forno uno stampo da plum cake, ho fatto uno strato utilizzando il pan di spagna che mi era rimasto, non l'ho bagnato perchè era abbastanza umido di suo non essendo cotto per bene...
Sopra ho fatto uno strato spesso di crema e panna ... l'ho lasciato riposare un pochino e poi ho versato la gelatina... ma essendoci un po' di spazio tra la parete dello stampo e la torta... invece di solidificarsi nella parte superiore come avrei voluto... è colata tutta ad inzuppare il pan di spagna ... e la cosa è risultata più che gradevole!

Gelatina al limone : 200 cc di acqua, 130 gr di zucchero, 70 gr di succo di limone, scorza di mezzo limone, 10 gr di colla di pesce

Ho fatto sobbollire in un pentolino l'acqua con lo zucchero e la scorza di limone per circa 5 minuti.
Una volta tolta dal fuoco ho unito il succo di limone filtrato e la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda e ben strizzata.
Ho lasciato intiepidire e versato sulla crema.

Ho lasciato il tutto in frigo per un paio d'ore e poi abbiamo dato il via alla danza dei cucchiai!


venerdì 8 novembre 2013

Ciambella di mele e cacao profumata alla cannella

Il tempo delle mele è arrivato vero??? E torta di mele sia!

Mio cognato come ogni anno mi ha regalato una bella cassa delle sue mele...  i miei figli ne mangiano un sacco così come sono... io e mio marito invece, golosi come pochi, le preferiamo così... 


ma anche i miei figli devo dire che non disdegnano!

Avevo già preparato questa torta qui ed era proprio buona, così quest'anno l'ho rifatta con delle piccole modifiche.


CIAMBELLA DI MELE E CACAO PROFUMATA ALLA CANNELLA

Ingredienti : 120 gr di burro, 100 gr di zucchero, 200 gr di farina, 50 gr di cacao amaro, 100 cc di latte circa, 3 uova, 1 bustina di lievito, 1 cucchiaino di sale, un cucchiaino di cannella, un cucchiaio di marmellata di pesche (home made), 3 mele.

Ho lavorato il burro morbido con lo zucchero e il sale.

Ho aggiunto le uova una alla volta, poi la farina e il cacao, il lievito sciolto nel latte, la cannella.


Da ultimo le mele tagliate a tocchettini e il cucchiaio di marmellata.

Ho imburrato e infarinato una tortiera, ho versato il composto e cotto a 170° circa 40 min.


Una volta fredda, ho spolverato con zucchero a velo.

Una torta veloce, semplice ma sofficissima e profumatissima!



Un abbraccio a tutti!







domenica 1 settembre 2013

E' in arrivo un trenino carico carico di..... pannolini!

Qualche mese fa, dopo 3 torte di pannolini a piani anche io ho voluto provare una nuova forma per questo regalo così carino... e la cosa più semplice per iniziare mi è sembrata questa del trenino.... su youtube ho trovato diversi video da cui prendere spunto ed alla prima occasione, che è stata la nascita del piccolo Luciano, sono partita.



1. La prima cosa che ho fatto è stata di preparare le ruote... un paio di pannolini arrotolati su se stessi e legati con un elastico. 2. Ho affiancato due di questi rotoli e li ho uniti arrotolandoli con del cartoncino colorato... Ne ho preparati tre da mettere sotto la locomotiva e due sul vagoncino che seguiva. 3. Ho unito i rotoli legandoli con della rafia colorata 4. Ho decorato le ruote con un "cerchione" fiorato



5. Sopra le ruote della locomotiva ho posizionato la scatola vuota di un pigiamino (che avevo conservato) riempita con pannolini e ricoperta con una carta da regalo colorata (naturalmente in tono con la mia idea di base) e 6. sopra a questa un piccolo asciugamano/accappatoio per fare il frontalino della locomotiva .
7. Ho completato con 3 pacchetti di salviettine umidificate rivestite di carta regalo per la cabina di guida, decorata con nastro arancio e disegno del conducente (i disegni li prendo qui www.digiwebstudio.com o su www.scrappingdoodle.com ) e 8. con il comignolo fatto da un rotolo di carta igienica rivestita e con le nuvolette di vapore disegnate e incollate.


Ecco un particolare della cabina della locomotiva




Il vagoncino sul retro invece è fatto con uno di quei cesti in cui vendono le crocchette di pollo al supermercato... lavata,asciugata e rivestita di carta da regalo. All'interno cremine, bagnoschiuma e altri prodotti per il corpo e una salopette.... con due stuzzicadenti da spiedino ho preparato una bandierina con la scritta Benvenuto.... 

Ed eccolo pronto!


Sono contenta che il regalo sia piaciuto a mamma Giovanna e papà Salvatore!!!







mercoledì 21 agosto 2013

Consulente antisfiga cercasi ....

... ma che sia bravo davvero eh!!!

Che qui urge assolutamente mettersi al riparo dalla malefica sfiga che ci perseguita specialmente nel periodo estivo!!!

Sono stata in vacanza.. ho la fortuna di avere ben due genitori sardi su due e di conseguenza ho la possibilità di andare in quell'isola meravigliosa a godermi un mare fantastico ... ma da quando mi sono sposata non siamo mai riusciti ad andare senza che ci capitasse qualche intoppo più o meno fastidioso...

un anno mentre camminavamo in superstrada un minuscolo sassolino ci rompe il vetro anteriore della macchina....

un anno mio marito se ne esce con un ascesso immenso e un'allergia a delle strane zanzarine/moscerini di cui porta ancora i segni sulle gambe....

quest'anno non facciamo in tempo ad arrivare che iniziano i problemi.... la macchina ha dei problemi e siamo costretti a farci spingere giù dalla nave per scendere (che anche li... mille grazie alla compagnia Grimaldi che ha ben pensato di lasciarci li sul molo con due bambini piccoli alle sei del mattino di un sabato senza un minimo di considerazione!!!) meno male che nella sfortuna avevo i miei zii li vicino che sono venuti a prenderci altrimenti visto che la nostra destinazione finale era a 300 km di distanza avremmo anche dovuto pagarci una sistemazione extra!

Comunque.... era sabato, il meccanico gentilissimo che ci è venuto a prendere lavorava mezza giornata e fino a lunedì non ha avuto occasione di mettere mano alla macchina.... quando è riuscito a controllare abbiamo dovuto aspettare altri due giorni perchè arrivasse il pezzo nuovo (dalla fine del mondo probabilmente)...
poi sorpresa... il corriere ha confuso il pacco con un altro in un altro paese... aspettiamo un altro giorno perchè possano sistemare l'errore...

Ma ovviamente non poteva andarci bene così... perchè alla fine il danno era peggio di quel che si pensava... e il pezzo ordinato non era sufficiente a sistemare il problema... altri 3 giorni di attesa....

A quel punto eravamo già a metà vacanza e ci sono venuti a prendere per portarci a casa dei miei al mare....

Meglio che niente, vero?

Peccato solo che avevo previsto per il giorno dopo l'arrivo del ciclo che naturalmente non sgarra mai con qualche giorno di ritardo, eh?!

Insomma, alla fine abbiamo riavuto la macchina due giorni prima della partenza, siamo dovuti andare a riprenderla con i mezzi che diciamocelo... ne passa uno ogni 3 ore tanto per facilitarci la vita... e così all'andata ci siamo fatti 1 ora di bus fino a Cagliari... due ore di attesa (almeno mi sono fatta un bel giro al coin e mi sono rallegrata nella zona dedicata alla cucina... avrei speso lo stipendio intero!!!) e altre 4 ore fino a destinazione!

Per fortuna la macchina andava e ci siamo fatti altre 3 ore e mezza per tornare indietro!

Nemmeno il tempo di riposare.. che il giorno dopo (anzi la notte.. siamo partiti alle 4 per andare a raggiungere il porto) abbiamo salutato tutti e ce ne siamo andati....

Che vacanza!!!! Che poi quando siamo tornati... abbiamo dovuto cambiare la macchina definitivamente...
altro pezzo partito... 1200 euro di danno.... seeeeeeee...

Ma una vacanza DECENTE MAI EH?????

Vabbè, consoliamoci con un QUASI TIRAMISU' AL PISTACCHIO !!!


Quasi perchè non si tratta ovviamente del vero tiramisù.. ma di un tentativo di riciclo creativo....

Avevo preparato una sette vasetti al cioccolato perchè avevo degli yogurt in scadenza... poi tra una cosa e un'altra non eravamo mai in casa e non si mangiava mai... per cui ne avevo una metà che iniziava ad indurirsi e mi dispiaceva buttarla (cavoletti... se non ho buttato lo yogurt tanto meno la torta!!!)

Ed ecco che l'ho riutilizzato per questa specie di tiramisù...  ho preparato una crema con 1 litro di latte, 200 di zucchero, 4 uova, 2 cucchiai di farina e due bustine di preparato per budino al pistacchio che avevo trovato in un supermercato al mare (qui non ce n'è traccia!). Una volta fredda l'ho mischiata con mezzo litro di panna vegetale montata.

Ho preparato il caffè, diluito con poca acqua e poco zuccherato ed ho preparato il primo strato inzuppando le fette di torta tagliate sottili. Ho continuato con uno strato di crema, poi uno di pavesini inzuppati nel caffè, ancora crema, poi di nuovo le fette di torta inzuppate nel caffè ed ho finito con un ultimo strato di crema e scagliette di cioccolato.

Passaggio in frigo a solidificare e si mangiaaaaa...... è venuto proprio delizioso, unico neo pensavo che il preparato al pistacchio avesse un sapore più intenso... la prossima volta uso i pistacchi veri per la crema che sicuramente rendono di più!




lunedì 13 maggio 2013

Focaccia farcita al pesto


Ogni anno mi ritrovo a preparare quintalate di pesto grazie al basilico del giardino... poi non è che ne mangiamo chissà quanto... dovrei sforzarmi di prepararlo almeno una volta alla settimana per condire la pasta ma facendo i turni, sia io che mio marito, spesso non ci si incrocia a pranzo... 

Allora che si fa? 

Si cercano ricette alternative!

Lo scorso anno ho mangiato da mia cugina una buonissima pizza al pesto... io che invece amo molto la focaccia... l'ho farcita con pesto e patate... proprio buona!!!

FOCACCIA FARCITA CON PESTO E PATATE

Ingredienti : 

Impasto per focaccia : 500 gr di farina, 300 ml di latte, 90 cc di olio, 10 gr di zucchero (circa un cucchiaino), 15 gr di sale fino (un cucchiaino abbondante), 1 lievito di birra (io uso la bustina)

Ripieno : patate lessate (circa 4/5) in acqua salata, una confezione di pesto, 120 gr di stracchino 


Semplicissima... impasto gli ingredienti per la focaccia e lascio lievitare in un posto caldo per almeno un paio d'ore...

Divido l'impasto in due parti, una leggermente più piccola, e stendo la più grande in una teglia coperta di carta forno leggermente unta d'olio.

Bucherello leggermente e stendo sopra le patate lessate tagliate a rondelle, il pesto a cucchiaiate sopra le patate e fiocchetti di stracchino (crescenza, un formaggio morbido che si sciolga) sopra il pesto.

Richiudo con l'altro impasto ben steso e sigillo i bordi.

Ungo d'olio (meglio ancora una miscela di acqua, olio e sale e inforno per circa una mezz'ora a 180° controllando la doratura.

Lascio raffreddare e.... apriti pancia!!!! 


"Con questa ricetta, partecipo al contest di IPasticcidiLuna sponsorizzato da Fotoregali, per la categoria "ricetta salata"


domenica 12 maggio 2013

Auguri mamma!

La tua bimba che ti recita la poesia per la festa della mamma.... un sorriso, un bacio, due occhi dolci e tu ti sciogli d'amore!

"Alla mia mamma.

Oggi è la tua festa,
ti offro baci e fiori
Grazie, Mamma,
per il tuo immenso Amore!
Stringimi forte al cuore,
la vita insieme è bella:
io sarò il tuo cielo azzurro,
tu sarai la mia Stella!"

Buon festa a tutte le mamme!


giovedì 9 maggio 2013

Pensierino di fine anno per le maestre

La fine della scuola arriva sempre troppo in fretta .... avete già un'idea di cosa regalare alle maestre?

Io mi ritrovo sempre a pensarci all'ultimo minuto... e stavolta, mentre penso... vi faccio vedere cosa ho preparato un paio d'anni fa... quando Gaetano finiva il secondo anno di asilo.



Qui si usa fare il regalo di fine anno alle maestre solo da parte dei "diplomati" per cui dai piccoli del 3zo anno, ma a me piaceva l'idea di realizzare un pensierino da parte nostra, così ho guardato un po' in giro nei vari blog per trovare l'ispirazione... 

In America c'è addirittura la giornata dedicata agli insegnanti e si preparano cose davvero troppo carine, ma spesso è complicato riportarle in Italia perchè usano giochi di parole... che al passaggio inglese-italiano.. perdono di senso....

Allora mi sono buttata sulla classica penna che è sempre utile... 
avevo visto delle bellissime penne-fiore su quel blog meraviglioso che è Fux-tutto fatto a mano e allo stesso tempo mi ero innamorata di carinissimi fiori di carta chiamati Kusudama , semplicissimi da realizzare ma deliziosi .... ho unito uno più uno ed ecco pronti queste semplici penne decorate.



Gli ingredienti sono... penne bic (o altre penne lineari) di vari colori, carta da regalo colorata (van bene piccoli disegni o tinta unita), bottoni, colla stick, vasetto decorato (io l'ho trovato pronto... ma chi ha tempo e fantasia saprà farlo benissimo a mano), sassolini decorativi (o chicchi di caffè)

Ho preparato i fiori (seguendo il tutorial) in due diverse misure, uno più grande usando un quadrato di 5 cm e uno più piccolo con il quadrato di 3 cm. Ho preparato il gambo con un rettangolino di carta verde e le foglie ma non riesco più a trovare il tutorial, ricordo solo che avevo cercato su un sito di origami e li ho applicati al fiore grande, mentre il fiore piccolo l'ho lasciato solo con lo stelo.

Una volta pronti i vari fiori ho iniziato a rivestire le penne con carta da regalo verde (ho tagliato delle striscette di circa 6 mm e le ho arrotolate a spirale sulla penna partendo dalla punta e risalendo) e inserendo, prima della fine, due fiori, uno piccolo e uno grande, facendo in modo di inserire lo stelo tra la striscia di carta e la penna per fissarlo. 

Ho utilizzato dei bottoni per fare il pistillo dei fiori (qui non ho le foto complete, alcuni fiori avevano un bottone a perlina per pistillo) incollandoli al centro del fiore.


Ho inserito tre penne in ogni vasetto (questi li ho trovati a solo 50 centesimi, non sono troppo carini? Son facilissimi da realizzare con un po' di feltro) e riempito con dei sassolini decorativi colorati per stabilizzare meglio il tutto.



Che ve ne pare? A scuola sono piaciuti molto.

Se vi interessa qui c'è il bigliettino-regalo dell'anno precedente.
lunedì 6 maggio 2013

Tempo di matrimoni? Regaliamo un Kit di sopravvivenza per freschi sposi

Maggio e giugno... ebbene si... tra poco cominciano le varie Comunioni, Cresime... e Matrimoni!

Qualche anno fa si è sposata una mia cara amica ed io avevo voglia di farle un regalo/scherzo che fosse divertente ma non volgare (cosa che a lei, ma anche a me, non piace) come certi scherzi fin troppo pesanti a cui ho assistito in certi matrimoni!

Girovagando su internet ho ammirato spesso (soprattutto su siti americani) dei Kit di sopravvivenza per la sposa dedicati al giorno delle nozze e altri simili così ho pensato di regalarne uno del genere, però improntato più al dopo matrimonio che al giorno in sè.... armata di consigli dalle amiche del forum e dai suggerimenti internettiani ho preparato un piccolo kit che andrebbe ulteriormente sviluppato... ma il mio tempo era davvero poco!

Era composto da diversi pacchettini ognuno per un preciso momento della vita degli sposi...

Questo è da utilizzare la mattina appena svegli...



con minipochette per lui.... 



e mini pochette per lei...



Questo da utilizzare nei momenti in cui lui o lei... non hanno voglia....

Ho ricoperto due scatolette di smarties.. 

Una per lei, da dare a lui...



E una per lui... da dare a lei...



e le ho inserite in due bustine uguali...


Quest'altro pacchettino era pensato per la prima notte di nozze.... per sposi in forma che dopo una giornata fisicamente pesante riescono a godersi una nottata decisamente migliore!

Ho preparato un sacchetto con un barattolone di nutella, una confezione di cornettini dolci per la colazione e il necessario per uno spuntino veloce..  a cui ho allegato questo bigliettino...



Avrei voluto aggiungere un completino sexy per la sposa... ma come sempre ho preparato tutto all'ultimo minuto!


Infine per ricordargli di curare sempre il proprio matrimonio, non fermandosi al giorno delle nozze... ecco una piantina di Peperoncini   




Con relativo bigliettino ..




Ho messo tutto in una scatolona trovata in un negozio e già decorata per il matrimonio.


Io la trovo un'idea simpatica che si potrebbe anche ampliare con altri spunti, anzi, se c'è qualcuno che mi può dare suggerimenti o se conoscete qualcuno che ha realizzato una cosa del genere.... fatemi sapere che mi servono idee per il prossimo matrimonio che mi aspetta a breve!!!


giovedì 2 maggio 2013

Quiche di primavera

Non so a voi... ma a me il mais fa tanto aria di primavera.... 
sarà che è giallo, luminoso come il sole nei disegni dei bambini,
sarà che è fresco e croccante, dolce come l'aria di primavera...
sarà che mischiato con il verde delle zucchine mi ricorda prati in fiore...
sarà quel che sarà... ma a me fa tanto aria di primavera!


In questo periodo, quando comincia ad arrivare il caldo, mi preparo delle belle insalatone con mais, carote e pomodori... oppure pomodori, mais e tonno... o mozzarella, mais e insalata ghiaccia... ma avevo in casa una sfoglia vicina alla scadenza ed ho provato a prepararla così!

QUICHE DI PRIMAVERA

Ingredienti : una confezione di sfoglia, una scatoletta di mais, 4 patate medie, 2 zucchine, 100 gr di pancetta a cubetti o speck, 4 uova, qualche cucchiaio di parmigiano e 100 gr di scamorza affumicata a cubetti, sale q.b,
pangrattato qualche manciata.

Ho lessato per prima cosa le patate con la buccia, una volta cotte le ho pelate, tagliate a fette e lasciate raffreddare.

Ho lavato le zucchine e le ho grattugiate con una grattugia a fori larghi, ho unito una scatoletta di mais sgocciolato, pancetta e formaggio a cubetti. 

A parte ho sbattuto le uova con una presa di sale e il parmigiano.


Ho steso la sfoglia in una teglia rotonda, ho bucherellato il fondo e disposto le patate a coprire tutto il fondo.

Ho unito il composto di uova alle verdure e le ho versate sopra le patate; spolverato con del pangrattato e cotto in forno a 200° per circa una mezz'ora.


Devo dire che una sfoglia in casa... risolve sempre la cena!!

A presto! 

venerdì 26 aprile 2013

Menta e cioccolato per un pan di spagna stragoloso

Son una di quelle persone a cui non piace per niente la menta.... non sopporto la menta da bere, non sopporto le caramelle alla menta, non sopporto le zucchine alla scapece con la menta sopra.... non mi piace proprio!


Però... c'è sempre un però nella vita....
... perchè se la menta la metto accanto al cioccolato....
sì sì, allora il discorso cambia.... oh mamma, allora sì che la adoro!!!


Questa torta l'ho preparata per il compleanno di mia madre un paio d'anni fa.... 



PAN DI SPAGNA AL CACAO CON CREMA ALLA MENTA

Ingredienti per il Pan di Spagna : 4 uova, 160 di zucchero, 80 di farina (da cui ho tolto 2 cucchiai e li ho sostituiti con 2 cucchiai di cacao amaro) , 80 di frumina, 1/2 bustina di lievito (facoltativo, io lo metto), Un pizzico di sale


Per la farcitura : ho usato una crema al mascarpone 50% mascarpone, 50% panna, colorante verde, sciroppo alla menta


Per decorare : cioccolato fondente farcito alla menta, biscottini, riccioli di cioccolato, cioccolato fondente fuso




Ho preparato il pan di spagna con il solito procedimento : sbattere le uova con lo zucchero per almeno una ventina di minuti, poi unire farina, frumina e cacao e se si vuole un po’ di lievito con movimenti delicati per non smontare le uova, lentamente, senza fretta e infine infornare a 180° per una mezz’oretta.


Una volta pronto l'ho lasciato raffreddare (io lo preparo il giorno prima di solito).


Ho preparato poi la crema montando il mascarpone con le fruste e poi unendo qualche cucchiaio di sciroppo di menta e qualche goccia di colorante verde, infine la panna montata a parte


Ho farcito la torta con un primo strato di crema su cui ho spezzettato il cioccolato alla menta e proseguito gli strati.





All'ultimo ho farcito con la crema, decorato con riccioli bianchi e neri e cioccolato fuso (tutto questo perchè volevo fare un'altra decorazione che non mi è riuscita!) e biscottini tutto intorno.


E' venuta proprio buona! 


ed eccola rifatta in un'altra occasione...



e qui con pan di spagna alla vaniglia e doppia crema, una alla menta e una al cioccolato




mercoledì 24 aprile 2013

Mia figlia e il cavolfiore .. polpettizziamo e tutto è più buono!

Siamo a fine aprile... e dormo ancora con il piumone!!!

Caspita, pensavo proprio di toglierlo la settimana scorsa complice il sole e le belle giornate da manica corta... ed invece da qualche giorno sono tornata alla manica lunga e al raffreddore grrrrrhhh....

Massì, dai, non mi voglio lamentare perchè alla fine non sta piovendo e il sole (anche se l'aria è freddina in alcuni momenti) ci fa compagnia da tanti giorni!

Il mio balcone è in piena produzione... io, la donna dal pollice nero (nelle mie mani non sopravvivono nemmeno le piante grasse... sigh) ... lascio fare tutto a mio marito e osservo in attesa di poter raccogliere i frutti del suo lavoro... hi hi hi..... 

Un paio di settimane fa al mercato abbiamo preso due piantine di pomodori e una di melanzane... da balcone.... ed ora si comincia a vedere qualcosa... non sono carine??


Vi aggiornerò... 

Ma passiamo alla ricetta di oggi... sempre per la mia bimba.. quella che... la verdura puzza.... ma se la verdura è una polpetta allora sì che è buona.... 

La stagione dei cavoli è agli sgoccioli ...  allora cerco di approfittarne finchè posso... a casa li mangio solo io, così ne ho preso uno piccolo e l'ho fatto in insalata....  mi piace semplice, lessato e con un po' d'olio e limone... invece se volessi farne mangiare un po' alla mia peste così non va proprio bene... ma basta polpettizzarlo e tutto diventa perfetto!

POLPETTE CON CAVOLFIORE

Ingredienti : una patata lessata, una zucchina, tre cimette di cavolfiore, pangrattato q.b., un uovo, parmigiano grattugiato

Semplicissimo... grattugio la zucchina sbucciata (mai far vedere il verde sigh... ma come siamo messi!), unisco la patata e il cavolfiore lessati schiacciandoli con una forchetta, un'uovo piccolo sbattuto, tre bei cucchiai di parmigiano e pangrattato quanto basta per addensare il composto.

Preparo le polpette e le passo nel pangrattato, le faccio rosolare in padella con un pochino d'olio (ma andrebbero anche meglio in forno, gratinate con un po' di formaggio) per pochi minuti e via... si mangiano quando si sono un po' raffreddate perchè risultano più compatte.... 


Un pezzo a me, un pezzo a te... con la mia bimba che mi imboccava tagliando ogni polpetta quasi a metà, scherzando perchè mi dava sempre il pezzo più piccolo... alla fine se n'è mangiata quasi una decina... e per lei è un record!!! 


venerdì 5 aprile 2013

La frittata che diventa un pulcino....

La mia dolce treenne mi sta facendo impazzire con il mangiare... diciamo che cerca 3 cose in croce (pasta, latte e cioccolata...) tutto il resto "puzza"....

Questo ovviamente lo fa a casa, perchè all'asilo aveva mangiato a pranzo pesce e pasta...

per cena avevo deciso di preparare frittata.... pensa che ripensa...
mi viene in mente di fare delle frittatine colorate con verdura dentro e di preparare degli spiedini con le rondelle di frittata...

poi mi cade l'occhio su degli stampini a forma di pulcino...
e parto con la testa....

per la serie "una volta ero una persona normale"....



Comunque... ho sbattuto 3 uova con parmigiano, un goccio di latte e un pizzico di sale.

Ho preparato 4 stampini a forma di pulcino e li ho cotti una decina di minuti in forno caldo a 200°.

Ho preso qualche foglia di spinaci, li ho tritati con un poco di latte e li ho mischiati all'uovo rimasto, ho messo tutto in una teglia quadrata e cotto in forno anche qui una decina di minuti o poco più.

Tagliato a zig zag per dare una vaga idea di prato... decorato il pulcino in tutta fretta con pezzetti di carota...

Mi sono venuti due piatti con un prato e 2 pulcini a testa... il grande ha fatto un sacco di storie (ma poi ha mangiato) e Rita si è mangiata due pulcini e mezzo... e più di metà prato!!!

Evviva!!!
mercoledì 3 aprile 2013

Fagottini di mele e zenzero

Eccomi con una nuova ricettina deliziosa che molti già conosceranno, semplice e veloce... a casa mia va sempre a ruba...


FAGOTTINI DI MELE E ZENZERO

Ingredienti: 1 rotolo di sfoglia pronta (io la prendo rettangolare, ma nulla vi vieta di cambiare forma), marmellata a piacere, una mela, zenzero in polvere (o cannella)

Taglio a quadratini la sfoglia (diciamo 6 quadrati per ogni rotolo) e al centro di ognuno metto un cucchiaino di marmellata (non troppa se no fuoriesce tutta in cottura... ma anche se esce è buona eh). Io ho usato quella di pesche (non amo molto quella di albicocche, ma van bene anche altri gusti).

A parte ho tagliato la mela a tocchetti e l'ho spolverata di zenzero in polvere... ne metto un cucchiaino abbondante in ogni quadrato.



Chiudo unendo al centro del quadrato i 4 angoli e sigillo con un ritaglio della pasta avanzata.

Io ho infornato mettendo i quadratini nello stampo dei muffin e si sono un po' arrotondati, ma sono molto carini anche quadrati.

Forno a 180° per almeno una decina di minuti (controllate, quando sono ben gonfi e dorati sono pronti)



Buona merenda a tutti! 
domenica 31 marzo 2013

Buona Pasqua

Auguroni a tutti quelli che passano di qui in questi giorni!


Io ho festeggiato alla grande.. con un grande febbrone a 39... certo che tutte io me le vado a cercare! Evabbè... domani che torno al lavoro... starò certamente meglio! ;)