giovedì 31 dicembre 2009

Auguri di Buon 2010!!! Vi lascio con due ricettine!!

A tutti tutti tutti quelli che sono passati e che passeranno di qua... auguro di cuore un Buon 2010!!!!

Vi lascio con due ricettine sfiziosette che ho visto girando per i blog in questi giorni e che mi hanno attirata non poco...

La prima ricetta l'ho vista sul blog di Paoletta (una garanzia!!!)

STELLINE DI PARMIGIANO

Ingredienti : burro salato 80 gr, farina 125 gr, parmigiano reggiano grattugiato 100 gr, un pizzico di sale, un pizzico di pepe e un pizzico di zafferano.

Per decorare : un uovo, pinoli

Ho messo in una ciotola la farina, lo zafferano, il burro a temperatura ambiente, il sale e il pepe.
Ho impastato con le dita fino ad ottenere un impasto liscio. A questo punto ho unito il parmigiano e impastato ancora fino ad amalgamare completamente gli ingredienti.

Ho steso la pasta e ritagliato delle stelline con il tagliapasta, ho spennellato con l'uovo sbattuto e ho decorato con i pinoli.

Infornato per una decina di minuti a 180°, o finchè non risultano ben dorate, sopra una placca coperta di carta forno. Lasciate raffreddare prima di toglierle dalla placca.



La seconda ricettina invece proviene dal blog Pensieri e Pasticci... e avendo per una dimenticanza eliminato lo zucchero nell'impasto.. trovo siano ottimi sfizietti per accompagnare un'antipasto di salumi!!

CIAMBELLINE AL VINO



Ingredienti : 1 tazzina di zucchero (che io non ho messo), 1 tazzina di vino bianco (nel mio caso, ma si può usare anche il rosso), 1 tazzina di olio evo, 4-5 tazzine di farina (aggiungendone poi se necessario), un pochino di lievito.

Per decorare: zucchero semolato

Ho impastato nel bimby tutti gli ingredienti per 1 minuto a velocità 6. Si ottiene una pasta simile a quella della pizza, io avendo scordato lo zucchero ho dovuto aggiungere altra farina. Ho poi preparato delle palline, da cui ho ricavato dei rotolini che ho poi incrociato per ottenere delle minizeppoline. Passate ben bene nello zucchero semolato e infornate per 20 minuti circa a 200°in un teglia coperta di carta da forno.

Lasciate raffreddare prima di toglierle dalla placca.

E con questo... vi abbraccio forte e ci vediamo il prossimo anno!!!

AUGURI!!!
martedì 22 dicembre 2009

Biscotti all'arancia e olio d'oliva

Vi capita di dover preparare qualche biscottino da regalare all'ultimo minuto?




 A me... sempre... sto diventando una ritardataria cronica purtroppo!!

Quest'anno, con la casa piena di arance provenienti dal giardino di mio suocero, ho voluto provare questi biscottini fatti con succo d'arancia e olio d'oliva trovati sul blog Essenza di Vaniglia.
Subito la ricetta copiata pari pari...

Ingredienti : il succo spremuto di 2 arance, olio d'oliva stesso peso del succo delle arance, zucchero a velo stesso peso del succo delle arance, 400 gr di farina (circa), 2 tuorli, 10 gr di lievito per dolci.

Ho spremuto le arance e mescolato il succo con la stessa quantità di olio evo, ho aggiunto lo zucchero a velo, i tuorli e 300 gr di farina setacciata con il lievito. Ho iniziato ad impastare aggiungendo farina fino ad avere un impasto simile alla pasta frolla. Una volta pronta ho formato una palla che ho messo a riposare 30 min in frigo.

Trascorso questo periodo ho steso la pasta e ritagliato con le formine delle stelline e dei fiori, li ho stesi su una teglia ricoperta di carta forno, spennellati con una bagna di acqua e zucchero e infornati per 10/15 minuti a 175°.

Prima di spennellarli ho praticato un piccolo foro con la cannuccia per poterli appendere.
Una volta freddi li ho decorati glassandone metà con cioccolato fondente fuso con una noce di burro e delle codette colorate. Li ho lasciati solidificare una nottata.


Ed eccoli qua pronti.. legati con un nastro rosso e appesi!

domenica 20 dicembre 2009

Swap Mammafelice, le mie abbinate

Eccomi qua a parlarvi delle mie abbinate, queste 3 ragazze sono quelle a cui ho inviato uno dei miei altered cd. A loro volta, loro hanno inviato una decorazione ad altre 3 ragazze.. eravamo una settantina di persone a scambiarci decorazioni!!! Una bellissima idea non trovate???

Andate a vedere i loro blog!!!

galadriel74 - http://cosi-tanto-per.blogspot.com (che tra le altre cose.. ha in corso un blog candy per festeggiare il suo compleanno. La scadenza è il 31 dicembre... vi va di partecipare? Io ci provo!! Ecco inserito il bannerino!!)




Lotustella - www.lotustella.spaces.live.com di cui però non riesco assolutamente ad accedere al blog, perchè lo visualizzo con scritte... giapponesi!!

ElenaB - www.glihobbydielenab.blogspot.com appassionata di scrapbooking, guardate che belle cose sa fare!!

Ed ora vogliamo passare ai "ciapini" che mi sono arrivati????

Guardate che meraviglie...

050rid
Questa bellissima coroncina me l'ha inviata Michela di http://www.michimhouse.blogspot.com/ , mi è piaciuta immediatamente e l'ho subito appesa sul mio albero che nemmeno a farlo apposta è tutto decorato in rosso!! Grazie mille Michela!


057rid
Invece queste deliziose stelline 3d (semplicissime ma davvero belle, da riproporre in diverse misure e colori per addobbare casa) mi arrivano da parte di Alessia del blog http://www.4blog.info/school/ che quest'anno ci propone una marea di idee per decorare la casa e perchè no, anche per dei regali dell'ultimo minuti, rigorosamente con materiale riciclato... che meraviglia!!!



E adesso sto aspettando la mia terza decorazione... speriamo che queste benedette poste... non mi facciano lo scherzetto!!!
martedì 15 dicembre 2009

Altered cd e Swap di Natale di Mammafelice

Eccomi in super ritardo a commentare lo Swap Natalizio a cui ho partecipato in questi giorni organizzato dalla solita bravissima Mammafelice!!!

Bisognava creare una decorazione Natalizia da inviare a 3 abbinate... era da tempo che volevo cimentarmi in un altered cd (sono piena di vecchi cd inutilizzabili e inutilizzati) ed ho pensato che il Natale era un'occasione unica... ecco cosa ho realizzato.

Il primo che ho fatto era sui toni dell'azzurro...


 ho incollato il cd su della carta da regalo natalizia azzurra, lasciando circa un cm di bordo che ho poi incollato sul retro (facendo prima dei tagli a raggiera per poter dare meglio la forma arrotondata).

Ho poi decorato incollando un pezzo di nastro decorativo (quelli che si vendono in questo periodo nei supermercati, in questo caso azzurro con disegni bianchi), un rametto di palline bianche e argentate, delle stelline origami copiate qui (ne avevo fatte una marea l'anno scorso, sono adorabili così cicciottose!!),




delle lettere in legno per formare la scritta Xmas, semplicemente stampate con un timbro di fiocchi di neve e cosparse di polvere da embossing argentata che, una volta scaldata, si scioglie dando questo bellissimo effetto a rilievo.




Ho attaccato poi un nastro azzurro sul retro in modo da fare un'occhiello nella parte superiore (per poterlo appendere) e lasciandolo libero nella parte inferiore su cui ho incollato dei fiocchi di neve argentati.
Ho poi ricoperto il retro con del cartoncino azzurro decorato con i timbri e la polvere da embossing.

Dopo questa prima prova... ho realizzato il secondo nei toni del rosso ...




stessa tecnica per ricoprire il cd con carta da regalo rossa, questa volta l'ho decorato con un nastro dorato su cui ho incollato le lettere decorate con polvere da embossign dorata, ho incollato una stellina in feltro e delle piccole renne ..anche loro, nemmeno a dirlo, dorate.




Il nastro per appenderlo questa volta è panna e dorato, infine in fondo ho incollato un'altra stellina in feltro.

Poi per l'ultimo sono passata ai toni... beige, rosso e verde...



decorato con un nastro verde con pupazzi di neve (che non si vedono.. ma nel nastro c'erano), una stellina in feltro, le solite lettere decorate con il timbro dei fiocchi di neve e polvere da embossing questa volta rossa. La prima lettera invece è stata solo tamponata con inchiostro rosso sui bordi.




Sul retro un nastro verde con il solito occhiello per poterlo appendere e sul fondo ho appeso un piccolo Babbo Natale.


Questo invece il pacchettino che ho preparato per contenerli... una semplice busta rossa, decorata con cartoncino bianco, nero e argentato perché diventasse.. la casacca di Babbo Natale!




In questi giorni ho ricevuto i complimenti delle mie tre abbinate e devo davvero ringraziarle perchè mi ha fatto molto molto piacere sapere che li hanno graditi!!!

Domani vi racconto delle tre destinatarie dei miei cd... e vi mostro le decorazioni che mi sono arrivate da altre 3 abbinate (in realtà 2 perché il terzo pacchettino è ancora in viaggio!).. ma ora scappo.. che mi si chiudono gli occhi dal sonno (il mio bimbo va all'asilo... e per accompagnarlo mi tocca alzarmi presto... io tanto sonnoooooo!!!)

Buona notte!!
lunedì 23 novembre 2009

Regali di Natale da Gustare (raccolta)

Girovagando per i vari blog mi sono imbattuta in questa geniale raccolta di Milena del blog "La Scimmia Cruda"


banner raccolta natale

L'idea è questa : raccogliere ricette dolci o salate che abbiamo utilizzato o pensiamo di utilizzare per dei regali Natalizi fatti in casa, alla fine avremo una bella raccolta in pdf che potremo consultare per fare qualche bel dono con le nostre mani (ottima l'idea di chiudere la raccolta a mezzanotte di domenica 29 novembre 2009, in modo da avere il tempo di utilizzare le ricette per Natale!)

E sorpresa delle sorprese tra tutte le ricette Milena sceglierà una vincitrice che riceverà un pensierino da parte sua!

Io dico che vale la pena di partecipare!!!

Ecco qui le 2 ricette (già pubblicate) che ho scelto per partecipare :

Biscotti Natalizi

In realtà le ricette dei biscotti sono due... la prima

Biscotti di frolla decorati

Ingredienti : Farina 00 gr. 500, Burro gr. 200, Zucchero gr. 250, Latte gr. 60, 1 uovo, Aroma vaniglia e un pizzico di lievito per dolci

Impastare tutto, preparare i biscotti delle forme preferite e cuocerli a 180 per una decina di minuti (questa frolla non ha bisogno del riposo in frigo, si possono preparare subito i biscotti)

Per la glassa: 210g zucchero a velo, 15g succo di limone, 15g di albume, coloranti alimentari

Montare tutto con la frusta elettrica dividere nelle ciotoline e colorarle, poi disegnare sui biscotti i particolari.






e la seconda..

Biscotti di frolla modellabile

Ingredienti: 300 gr di burro morbido, 250 di zucchero, 2 uova, 600 di farina, metà bustina di lievito.

Per decorare : cacao amaro, gocciole di cioccolato coloranti alimentari smarties e quello che volete!

Montare burro e zucchero x 5 minuti (io ho usato il bimby), poi sempre montando con i frullini aggiungere uno per volta le uova (l'uovo successivo solo quando il primo è amalgamato!).
 
Poi aggiungere poco per volta, mescolando con un cucchiaio di legno, la farina setacciata con il lievito.Quando la farina è aggiunta tutta si può lavorare con le mani fino a formare una palla da avvolgere in pellicola e far riposare almeno mezz'ora in frigo.

Dopo il riposo colorare i vari pezzi di pasta e modellare a piacimento.




Questo il vassoietto che avevo preparato lo scorso anno, un po' di carta trasparente, un fiocco a tema e via!!

E qui l'altra ricetta...

Albero Natalizio di Biscotti


Ho utilizzato la pasta frolla (quella della prima ricetta dei biscotti è ottima) per ricavare dei biscotti a forma di stella di diverse dimensioni (ho una confezione di tagliapasta composta da diverse stelle a misura decrescente).

Una volta cotti e raffreddati avevo preparato la glassa con questa ricetta di Nightfairy: 225 gr di Philadelphia, 170 gr di burro, 300 gr d zucchero a velo, 1 cucchiaino di essenza di vaniglia.

Sbattete il formaggio con il burro morbido, aggiungete la vaniglia e poco per volta lo zucchero a velo, fino ad avere una crema soffice.

La crema è stata poi colorata con coloranti alimentari liquidi e lasciata in frigo a solidificare (che poi quando l'ho regalata non era ancora bella soda e l'albero si è un po' ammosciato... ma voi preparatela in anticipo e lasciatela in frigo per un bel po')

Ho composto l'albero... la base è il biscotto più grande. Sopra di questo posiziono il biscotto successivo "incollandolo" con un pochino di glassa e così via con tutti e sei i biscotti terminando con il più piccolo. I biscotti li ho sovrapposti ruotandoli per non far finire le punte una sopra l'altra ma leggermente sfalsate. Una volta composto l'albero si lascia in frigo almeno una mezz'ora perchè si incollino bene tra di loro i biscotti.

Successivamente con un sach a poche ho distribuito la glassa lungo l'albero per creare gli aghi dell'abete e li ho decorati con mm's colorate.

Ho rimesso in frigo a solidificare e per ultimo, prima di consegnarli, li ho innevati con lo zucchero a velo.


Messi in un piattino di plastica rosso e chiusi con della carta trasparente facevano proprio una gran bella figura!!!


giovedì 19 novembre 2009

C'è sempre una prima volta!!!

Questa è stata la volta della pasta fatta in casa, una cosa che, pur volendo provare da tempo, non avevo mai fatto. Immagino che molte di voi penseranno che ho "scoperto l'acqua calda" .. però non credevo che avrebbe dato questo bel senso di soddisfazione prepararsi un piatto di pasta con le proprie mani!!

Ho colto l'occasione questa settimana, avevo appena finito di "sgridare" mio figlio (che a sua volta sgridava me... ma si può a tre anni!!!) e stavamo nervosetti sul divano quando alla Prova del cuoco iniziano ad impastare (ora non ricordo come hanno chiamato questo tipo di pasta, qui da noi si chiaman Fusilli)... "Amore li facciamo anche noi? Hai voglia di impastare?" ... e figuriamoci se mi diceva di no!!!

Così ho seguito la loro ricetta.

Ingredienti : 80 gr di farina 00, 80 gr di farina di semola di grano duro, 90 gr di acqua.

Semplicissimo, vero? Ho impastato formando una palla liscia e malleabile. Ho diviso in 4 parti e da ognuna ho ricavato dei rotolini.

Poi si procede come per preparare gli gnocchi, da ogni rotolino si tagliano tanti tocchetti. Ogni tocchetto sarà poi trasformato in fusillo.

Ecco come... fare di ogni tocchetto un rotolino, avvolgerlo su di uno stuzzicadenti di quelli da spiedino e stenderlo usandolo come se si stendesse della pasta con il mattarello... chissà se mi sto spiegando bene... guardate un po' la foto, è molto semplice.



In questo modo la pasta si assottiglia e prende la forma del fusillo. Si sfila poi dallo spiedino e si mette su un vassoio su cui avrete sparso un po' di farina di semola (questo per non farli attaccare).

Una volta pronti li ho cotti in acqua bollente salata e conditi semplicemente con sugo di pomodoro.



Mio figlio si è spazzolato il piatto.. e mio marito, che era al lavoro e li ha solo assaggiati la sera, ha già fatto l'ordinazione per il pranzo di domenica!!


martedì 10 novembre 2009

Peperoni ripieni.... in pentola a pressione

Mi piacciono molto i peperoni ripieni, soprattutto quelli gialli (che non so perchè mi sembrano sempre i più dolci), ma in effetti faccio un po' fatica a digerirli. Ho scoperto da poco, leggendo qui la ricetta, che la cottura in pentola a pressione li rende meno pesanti ( a parte ora che con la gravidanza faccio fatica a digerire un bicchiere d'acqua) per il mio stomaco e quindi li ho preparati diverse volte in questa maniera.

Il ripieno.. varia di volta in volta in base a quello che mi avanza nel frigorifero, diciamo che la base è sempre la carne macinata, preparata come per l'impasto delle polpette (con mollica di pane ammollata con acqua o latte e ben strizzata, un uovo, prezzemolo, sale, noce moscata) a cui aggiungo prosciutto o mortadella se mi sono rimaste alcune fette, a volte zucchine trifolate e pezzetti di formaggio.

Lavo i peperoni togliendo la calotta superiore in modo da poterli lavare internamente ed eliminare filamenti e semini, li asciugo e li riempio con il composto di carne (che lascio sempre un po' morbido, a volte aggiungendo un cucchiaio di latte) attraverso il foro superiore.

Li metto in pentola a pressione dove ho fatto scaldare un paio di cucchiai d'olio evo e li lascio rosolare e colorare da tutti i lati. Aggiungo poi mezzo bicchiere d'acqua e chiudo la pentola con valvola al numero 1 e lascio cuocere dal fischio almeno 20 minuti (se i peperoni sono abbastanza grossi, altrimenti anche un pochino meno).

Una volta cotti la pelle del peperone viene via molto facilmente, io la tolgo sempre perchè mi sembra di digerirli ancora meglio senza pelle. Lascio restringere il sughetto che rimane ( a volte aggiungo un cucchiaio di fecola per renderlo un po' più denso) e se ne rimane molto mi è capitato di usarlo per condire gli spaghetti il giorno successivo.

rid
sabato 31 ottobre 2009

Happy Halloween ... e resoconto di una giornata quasi mostruosa!!

Eccomi qua, a raccontarvi di questa giornata iniziata storta.. e finita meglio!!

Mi sono alzata stamattina e mi sono preparata un tazzone di latte e nesquik, dopo un po' lo preparo anche a mio figlio che non lo vuole bere (ultimamente il latte non lo fa proprio impazzire)... lo lascio nel biberon e pochi minuti dopo mi chiede di scaldarglielo... lo metto nel microonde ma mi pare abbia un odore strano.. così ne faccio bollire una tazzina ed in effetti ... fa la ricotta!! Evabbè, ho iniziato la giornata bevendo latte cagliato, poco male...

Mentre svuoto la tazzina nel lavandino mio figlio prende la bottiglia del latte e la rovescia per metà a terra, il latte che invece ho versato io nel lavandino... letteralmente esplode.... così mi ritrovo alle 9 del mattino ad aver bevuto latte/ricotta e con una mano piena di bollicine da ustione!!!

Eccheccaspita!!!

Poi nel pomeriggio mio figlio (sempre lui!!) mi chiede un pacchetto di cracker, mentre finisco di preparare i biscotti va sul divano e inizia a mangiarseli.. peccato che poi, complice la mamma distratta, decida di "seminare" cracker sul pavimento in sala, sopra tutti i suoi giochi, dentro i furgoncini, sopra il suo tappeto... mi avete sentito urlare anche voi vero???

E infine... dulcis in fundo... mio figlio, completamente raffreddato... stasera si ritrova con un bel 38.2 di febbre... ma che bella giornata!!!

Vabbè, vi faccio vedere cosa ho preparato oggi...

008rid

Queste sono le confezioni dei dolcetti per i bimbi che oggi sono passati per "Dolcetto o scherzetto?" ... che poi, l'anno scorso che non avevo preparato nulla erano venuti in 20, quest'anno che avevo preparato qualcosa... sono venuti solo in 3... che dite, cambio etichetta e le riciclo per la Befana? Le avevo viste in questo bellissimo blog... io ho utilizzato una matita al posto del rametto, e sono sicuramente meno belle, ma era un'idea che mi piaceva molto!

Collage di Picnik
Questi invece sono i biscotti che ho preparato, la solita pasta frolla, colorata con cacao e colorante verde per mostri e streghette....

007rid
e bianca per le dita della strega (le han fatte tutti, ho voluto provarci anche io....) che a dir la verità sembrano più le dita di una zampa di dinosauro ....

Infine la torta, una semplice torta al cioccolato farcita con questa meravigliosa crema al latte e ricoperta con glassa al cioccolato presa qui e decorata con mm's e zuccherini a tema.

023rid
E ora.... spaventosa notte di Halloween a tutti!!!
sabato 24 ottobre 2009

Il pesce... trasformista!!

Non so quanti di voi leggono le riviste dedicate a mamme e bambini, io sono abbonata ad una di queste da quando aspettavo il mio cucciolo e spesso mi capita di trovare delle ricette davvero semplici e gustose per i bimbi... ma che a mamma e papà non dispiacciono proprio per niente!

Spesso è un'impresa far mangiare ai bambini il pesce, io invece devo ammettere di non avere di questi problemi, sono fortunata perchè mio figlio l'ha sempre mangiato di gusto, a partire dagli omogeneizzati passando poi ai filetti surgelati... certo è che da quando ha scoperto che al mondo esistono orate, spigole, seppie e vongole ... ha deciso che questi ultimi sono i suoi preferiti!!

La scorsa settimana avevo preso il pesce spada, che di solito preparo in umido, ma avendo sottomano una di queste famose ricette a gusto bimbo.. ho provato a cambiare.


Cotolette di spada

001rid

Ingredienti per 3 persone : 2 fette di pesce spada (o una, infatti a seconda della grandezza della fetta si possono ricavare 2 o 4 cotolette), pangrattato, farina, 1 uovo, maggiorana (nella ricetta era prevista anche qualche fogliolina di sedano e di basilico da tritare insieme alla maggiorana), olio per friggere

Ho tagliato le fette di spada in 4 parti, rimuovendo la lisca centrale, le ho asciugate tamponandole con della carta assorbente e le ho poi passate nella farina, nell'uovo leggermente sbattuto ed infine nel pangrattato a cui avevo aggiunto la maggiorana. Le ho fritte poi come delle cotolette in olio ben caldo, girandole da entrambi i lati fino a dorataura. Non le ho nemmeno salate (in casa ne usiamo davvero poco di sale, ma a chi piace può metterne un pochino prima di servirle) e le abbiamo mangiate così belle calde.

Ovviamente siccome la ricetta era per i bambini.. io e mio marito le abbiamo gradite alla grande mentre il piccolo di casa voleva il sughetto (indicando la padella con l'olio di frittura :o/ .. ho rimediato mettendo sopra la sua fettina un filo d'olio evo e se l'è spazzolata alla grande!!)

Sono ottime servite con una bella insalata con pomodori o con delle zucchine trifolate!


Barchette di patate farcite con il tonno.

Questa invece è stata la cena improvvisata di ieri sera; sono da quasi una settimana in lotta con la tosse e il raffreddore e non ho molta voglia di cucinare, così mi sono ritrovata alle 7 di sera senza niente di pronto. Avevo tra le mani una ricetta di patate ripiene di verdure... e io ci ho messo il tonno.

Ingredienti per 10 barchette : 5 patate medie, 2 scatolette di tonno (io ho usato quello sott'olio, ma va benissimo anche al naturale), 1 uovo, 1 sottiletta, 3 cucchiai di parmigiano, prezzemolo, sale, pangrattato e olio evo.

Ho pelato le patate, le ho tagliate a metà nel senso più lungo e le ho lessate in acqua bollente lievemente salata per una decina di minuti (12 per la verità, ma dipende dal tipo di patata, devono risultare un po' al dente ma facilmente scavabili con un cucchiaino). Le ho scolate e lasciate leggermente raffreddare prima di scavarle al centro con un cucchiaino ricavando delle barchette.

Ho sgocciolato per bene il tonno e poi l'ho tamponato con carta assorbente, in una ciotola ho unito appunto il tonno, il parmigiano, l'uovo, un pizzico di sale, il prezzemolo, la sottiletta tagliata a pezzettini piccoli e la polpa delle patate che avevo scavato in precendenza.

Collage di Picnik

Ho riempito con il composto le barchette, le ho messe in una teglia ricoperta di carta da forno e le ho cosparse con un po' di parmigiano e di pangrattato. Irrorate con un filo d'olio evo le ho messe in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti, finchè non risultavano ben dorate in superficie.

025rid
Ho trovato altre versioni in internet di questa ricetta in cui si univa al tonno un po' di acciughe sott'olio e della mozzarella, senza uovo, sicuramente ottime anche in questa maniera.

Mangiandole ho pensato che la prossima volta le metto in una teglia con un po' di sugo di pomodoro, per farci una bella salsetta!

Ovviamente mio figlio si è mangiato 3 barchette.. lasciandomi il guscio di patata e mangiandosi tutto il ripieno.. ah questi figli!! Però mi ha dato una bella idea, perchè ho pensato che l'impasto è perfetto anche per preparare delle polpette di tonno, direttamente nella teglia con carta da forno basta mettere il composto a cucchiaiate, spolverarlo con pangrattato e parmigiano, un filo d'olio e via in forno fino a doratura!
sabato 17 ottobre 2009

Semplici bicchieri per la tavola di Halloween

Che ne dite di decorare un po’ la tavola per Halloween?
Girovagando per il web ho trovato un sacco di idee carine, e mentre osservavo questi secchielli porta dolcetti… mi è venuto in mente che potevo realizzare un po’ di bicchieri “mostruosi”…
Ad esempio che ve ne pare di questi simpatici Frankenstein?
029
Sono semplicissimi da realizzare, occorrono solo bicchieri verdi (quelli comunissimi di plastica, oramai li vendono di ogni colore, oppure i bicchieroni di carta), cartoncino nero, cartoncino verde e cartoncino bianco, un pennarello nero, forbici, scotch biadesivo e distanziatori.
Iniziamo dai capelli. Ho tagliato dal cartoncino nero un rettangolino altro circa 2 cm e lungo circa 8 cm; non sono stata molto precisa nella grandezza, perché poi, con una forbicina, ho tagliuzzato uno dei lati lunghi dandogli la forma di una frangetta (che terrò bene a mente casomai mi venisse la malaugurata voglia di tagliare la frangia a mio figlio!!). Infine ho attaccato con lo scotch biadesivo la frangia proprio sotto il bordo superiore esterno del bicchiere. Ed ecco pronti i capelli.
capelli
Passiamo ora agli occhi. Anche questi veramente semplici, ho disegnato con il pennarello nero gli occhi sul cartoncino bianco (due semplici cerchi, con all’interno un cerchio più piccolo nero) e li ho ritagliati. Sopra ogni occhio ho messo una palpebra che è semplicemente un cerchio in cartoncino verde tagliato a metà. Ho incollato occhi e palpebre con un po’ di scotch distanziatore sul bicchiere.
occhi
Infine ho disegnato una naso a patata sempre in cartoncino verde che ho posizionato sotto gli occhi e con il pennarello nero indelebile ho disegnato direttamente sul bicchiere la bocca e un paio di cicatrici!
Un’altra idea è quella, ancora più semplice, di incollare sul bicchiere la sagoma di un pipistrello nero (nel mio caso, ma potrebbe essere anche un ragno o un gatto), di attaccargli sopra due begli occhi grandi ed eccolo qua pronto.
015rid
E che ne dite di un bicchiere “stregato”? Un bel cappello nero, con fascia rigorosamente arancio o viola, occhi grandi su un nasone a patata con tanto di porro e bocca storta … ed ecco pronta una bella streghetta!
021rid
Poi si possono utilizzare bicchieri arancioni e bicchieri bianchi per realizzare zucche, fantasmi e mummie… a voi la scelta!
Potete utilizzarli per le bibite naturalmente, ma anche come recipiente per pop corn o, una volta riempiti con caramelle e cioccolatini, basta infilarli in un sacchettino trasparente, legarlo con un nastro a tema e regalarlo ai bimbi che busseranno alla vostra porta!
sabato 10 ottobre 2009

L'arte del riciclo.. e involtini con melanzane.

Ah, la fantasia delle mamme!!

Un paio di anni fa, quando mio figlio era più piccolo, il pediatra gli aveva dato una dieta ben precisa, con ingredienti pesati, perciò mi capitava di prendere la carne fresca dal macellaio e di dividerla in fettine di circa 60 gr per congelarle e utilizzarle durante il mese… ad un certo punto però mio figlio altro che 60 gr… si mangiava la fettazza di bistecca dal piatto del padre!!!

Quindi mi sono ritrovata con diverse fettine (vitello, tacchino, pollo, maiale) nel congelatore, così piccole che non le utilizzavo mai.. per fortuna in quel periodo mi era venuta a trovare mia madre che ha pensato… perché non facciamo un po’ di involtini misti??

Involtini con melanzane.010
Avevo in casa un paio di melanzane, un po’ di prosciutto e mortadella e mamma ha creato!

Gli ingredienti ... sono un po’… ad occhio, nel senso che per ogni fettina di carne abbiamo utilizzato una fettina di melanzana, una di prosciutto o mortadella e un pezzetto di parmigiano (o un altro formaggio che si sciolga).

Abbiamo battuto la carne e appunto composto l’involtino con la fetta di melanzana, il pezzo di formaggio e il prosciutto, una fogliolina di basilico.

Involtini con melanzane.001
Abbiamo chiuso il tutto aiutandoci con gli stuzzicadenti (ma ho intenzione di comprare qui bei nastrini di silicone che vendono su dmail.. qualcuno li usa? Funzionano?), infarinato gli involtini e una volta scrollata la farina in eccesso, rosolati in padella con un po’ d’olio evo e lasciati a cuocere per una decina di minuti, se occorre aggiungendo un po’ d’acqua o brodo caldi e aggiustando di sale verso la fine.

Involtini con melanzane.007
E buon appetito!
martedì 6 ottobre 2009

Rieccomi!!

Dopo due mesi in cui ho trascurato questo mio povero blog, torno finalmente a scrivere…

Vi lasciavo con il ricordo delle mie peripezie vacanziere e torno con una bella notizia.
E sì, perché alla fine quelle vacanze tanto tremende non sono state… a fine luglio ho infatti scoperto che un nuovo cuoricino batteva dentro di me e io e mio marito siamo rimasti paralizzati dalla felicità!
Eccolo qua il mio cucciolo, che ancora non sappiamo se sarà maschio o femmina, ma che amiamo già alla follia!

Rieccomi!!

L’inizio della gravidanza mi ha portato tanta stanchezza e tanta nausea, unita al lavoro, all’impegno della casa e del mio terremoto di 3 anni ho passato agosto senza il tempo materiale di sedermi a scrivere e con pochissima voglia di cucinare!
Questo settembre invece l’ho passato nella preoccupazione che ci fosse qualcosa che non andava nel mio cucciolo in arrivo, con la prospettiva di un’amniocentesi per via dell’età e di un valore di Translucenza nucale alterato… ho poi scoperto che l’esame era alterato perché effettuato in epoca non corretta e una volta ripetuto era perfettamente nella norma… insomma, tanta paura e poi un grande sollievo…

Il mio terremoto ha poi iniziato la scuola materna… e dopo solo 9 giorni.. è rimasto a casa con una bella tonsillite purulenta con febbre alta e tosse tosse tosse tosse (ancora non ne siamo usciti) … e una grave forma di mammite acuta per cui non riesco a fare che pochi passi senza averlo in braccio o vicino!!!

Ma adesso, approfittando del suo riposino, eccomi di nuovo qua…

Ringrazio chi, nonostante la mia assenza, è sempre passato a trovarmi e si ricordava di me, un grande bacio!

Vi lascio con una ricettina provata ultimamente in questo periodo di zucche!


 Crocchette sfiziose di zucca e formaggio.

Ingredienti : 200 gr di polpa di zucca (già pulita), 100 gr di farina, 2 uova, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato (ma va bene anche emmenthal), un pizzico di noce moscata, sale q.b., un amaretto, mezza bustina di lievito in polvere per torte salate, olio per friggere.

Ho cotto la zucca a vapore e l’ho poi passata al passaverdura.
Ho amalgamato il ricavato con i due tuorli, il parmigiano, la farina, un pizzico di noce moscata e di sale, la mezza bustina di lievito (in realtà a casa avevo solo quella per dolci e l’ho utilizzata, ma la prossima volta voglio provare a farle con il lievito di birra) e infine i 2 albumi montati a neve con un pizzico di sale.
Ho scaldato abbondante olio per friggere e vi ho versato l’impasto a cucchiaiate, lasciandolo gonfiare e dorare.

Rieccomi!!
Ho scolato su carta assorbente e servito ancora calde.

Rieccomi!!
A presto!
sabato 25 luglio 2009

In ricordo delle vacanze...

Eccomi qua... sono rientrata ormai da 2 settimane e ancora non avevo avuto il tempo di scrivere!! Ma che caldo fa??? In questo periodo vivrei perennemente sotto il getto dell'aria condizionata, mangiando anguria e frutta fresca... vivrei... poi però mi ritrovo a cucinare con il forno acceso, accidenti a me!!!

Le vacanze sono andate bene... ehm... bene?

Si, diciamo che visto tutto quel che ci è successo tutto sommato è meglio se non ci lamentiamo perchè poteva essere mooooooolto peggio!!!

Ho iniziato io rompendo gli occhiali, ovviamente non avevo quelli di scorta, avevo solo quelli da sole (che sono anche da vista) per fortuna me li hanno riparati in 12 ore, nel frattempo... mi sono fatta una bella cena con gli occhialoni neri, avete presente Ray Charles? Ecco, immaginate la scena con mio figlio che ogni tanto chiede "Mamma.. pecchè hai mecco i occhiai neiii??"

Poi ho rotto una scarpa ... evvabbè, era vecchia, ci stava ....

Poi mio marito con il mal di schiena.. avevamo portato il cortisone... ma nella fretta avevamo preso la scatola con solo una compressa... gita alla guardia medica e via...

Poi mi sono presa una bella cistite e mi sono fatta 3 giorni di antibiotico... per fortuna passata subito pure quella..

Poi gli ultimi giorni mio marito se ne esce con un mega ascesso inguinale... antibiotico pure per lui e per fortuna siamo rientrati a casa!!!

E il primo che dice il prossimo anno a Lourdes..... non sia mai, perchè distruggere tutti quei fedeli in preghiera!!!

Vabbè, però nel frattempo siamo anche riusciti a divertirci, siamo stati al paese di mia madre, Atzara (provincia di Nuoro) e ci siamo rifatti la pancia con prosciutti, coppa, pancetta, lardo e formaggi fatti in casa dai cugini (una vera delizia, certi prosciutti che si scioglievano letteralmente in bocca.... ), porcellino sardo cotto nel forno a legna sul letto di mirto ... morbidissimo... mamma che mangiate!

Ed ora ricomincio a postare ricette con questo primo piatto a base di vongole e lupini.... questa "pasta" è tipica sarda, non si trova in molti supermercati fuori dall'isola. Si chiama Fregola (o fregula) ed è una pasta di grano duro, preparata appunto con grano duro e acqua e poi tostata in forno. Sembrerebbe una specie di cous cous, ma ha dei grani molto più grandi.

Si cuoce proprio come la pasta in acqua bollente ed è ottima cucinata in vari modi, con il pesce (se vi avanza il sughetto della zuppa di pesce preparateci un brodo e utilizzatela come pastina... non immaginate che delizia!), con le vongole come vi mostro tra poco, con il sugo e la salsiccia al finocchietto... mmmmhhh....

FREGOLA CON VONGOLE E LUPINI.

Ingredienti per 4 persone : vongole e lupini (un sacchettino o a piacere), 10 pomodorini ciliegia, olio evo, aglio, prezzemolo qb, fregola 200 gr circa.

Ho preparato le vongole e i lupini (erano già spurgati, altrimenti metteteli un'oretta in acqua e sale per farli appunto spurgare) facendoli aprire in una padella larga a fuoco vivo senza scolarli completamente dalla loro acqua, una volta aperti ho tenuto solo qualche conchiglia con il mollusco attaccato e ho utilizzato solo il mollusco delle altre (buttando via la conchiglia). O meglio, questo è quello che avrei dovuto fare.. ma nella fretta ho tenuto quasi tutte le conchiglie che poi mentre si mangia.. rompono un po'!



Ho filtrato l'acqua rimasta e l'ho messa da parte. Ho messo in una padella a bordi alti 2 cucchiai d'olio evo con 2 spicchi d'aglio, li ho rosolati un pochino e poi vi ho versato vongole e lupini con l'acqua filtrata facendoli insaporire qualche minuto (a questo punto andrebbe bene anche un goccio di vino bianco da sfumare), ho aggiunto il prezzemolo e poi i pomodorini tagliati in quattro. 



Ho fatto andare finchè i pomodorini si sono completamente ammorbiditi e ho spento il fuoco.



A parte ho lessato in abbondante acqua salata la fregola (non lasciatela cuocere troppo se no si disfa e diventa un pappone mollissimo!!!), l'ho poi scolata e aggiunta al sughetto di vongole e lupini , lasciata insaporire pochi istanti e servita ben calda.