mercoledì 22 ottobre 2008

Amaretti "di famiglia"

Questa è la ricetta degli amaretti della mia nonna e della mia mamma.


E' la prima volta che provo a farli e devo dire che sono venuti proprio buoni... anche se quelli che mi prepara la mia mamma... sono molto meglio di questi (mammaaaaaaaa!!!!! vieni un po' qui a farmi le coccole!!!!). Però, dai, ci vuole sempre un pizzico di esperienza quando si preparano i dolci, la prossima volta assomiglieranno un po' di più a quelli che mi prepara lei!


Ecco la ricetta : 850 gr di mandorle, 200 gr di mandorle amare, 1 kg di zucchero, albumi (inidicativamente un albume per ogni etto di mandorle, ma la mamma consiglia di metterne meno e di valutare man mano che si impasta), la scorza grattugiata di un limone (possibilmente non trattato)


Si tritano le mandorle e si mescolano allo zucchero. Si aggiungono gli albumi (vanno prima un po' sbattuti) e la scorza del limone e si impasta fino ad ottenere un composto omogeneo. L'impasto va lasciato riposare, anche per 12 ore (è possibile impastare la mattina e cuocerli la sera... o viceversa)


Amaretti_ 001


Dopo il riposo si preparano delle palline e si dispongono un po' distanziate sulla placca del forno ricoperta di carta da forno. Si mette un pochino di zucchero sopra ogni pallina e si inforna (a forno già caldo) a 160° per 20-30 minuti.


Amaretti_ 006


Gli amaretti devono giusto colorirsi un po' in superficie ( i miei diciamo che sono un po' troppo cotti)


Ecco come sono venuti...


Amaretti_ 007

1 commenti:

  1. Di sapore non lo so,per quanto riguarda l'aspetto sono uguali a quelli della mamma!!! :)))))

    RispondiElimina