lunedì 6 aprile 2009

Il terremoto in Abruzzo

CANDELE_tif
Da quando abito in Campania mi è capitato un paio di volte di vedere la stanza che trema, i lampadari che dondolano senza sosta e di pensare... e se non si ferma... Mio marito mi racconta della paura provata insieme alle sue sorelle, quando erano piccoli, per quel tremendo terremoto del 1980...

.... questa notte anche qui ha tremato la terra, me l'ha raccontato mia cognata che si è svegliata gridando mentre il letto si muoveva... non so per qualche motivo questa notte mio figlio ha fatto una lunga tirata fino alle 7.30 del mattino (non lo fa mai, si sveglia sempre almeno un paio di volte) e io con lui... eravamo soli a casa, perchè mio marito era al lavoro e per fortuna non ci siamo accorti di nulla..

Mi sono resa conto della tragedia solo quando ho letto l'sms della mia amica Anna che mi parlava del terremoto ed ho acceso la tele... dovrei essere abituata alla morte, alla sofferenza, visto che è il mio lavoro assistere gli ammalati... ma non ci si abitua mai a vedere certe cose...

Ho letto qui che le associazioni di volontariato o i singoli volontari interessati a mettersi a disposizione per l’emergenza terremoto (anche per donare cibo, ospitalità agli sfollati, posti letto, ecc) possono contattare il Centro operativo della Protezione Civile presso la Prefettura di Pescara, telefonando allo 085 2057631, mi raccomando non partite di testa vostra con iniziative che potrebbero creare disservizi, affidatevi agli enti predisposti che vi possono indirizzare meglio.

0 commenti:

Posta un commento