sabato 31 ottobre 2009

Happy Halloween ... e resoconto di una giornata quasi mostruosa!!

Eccomi qua, a raccontarvi di questa giornata iniziata storta.. e finita meglio!!

Mi sono alzata stamattina e mi sono preparata un tazzone di latte e nesquik, dopo un po' lo preparo anche a mio figlio che non lo vuole bere (ultimamente il latte non lo fa proprio impazzire)... lo lascio nel biberon e pochi minuti dopo mi chiede di scaldarglielo... lo metto nel microonde ma mi pare abbia un odore strano.. così ne faccio bollire una tazzina ed in effetti ... fa la ricotta!! Evabbè, ho iniziato la giornata bevendo latte cagliato, poco male...

Mentre svuoto la tazzina nel lavandino mio figlio prende la bottiglia del latte e la rovescia per metà a terra, il latte che invece ho versato io nel lavandino... letteralmente esplode.... così mi ritrovo alle 9 del mattino ad aver bevuto latte/ricotta e con una mano piena di bollicine da ustione!!!

Eccheccaspita!!!

Poi nel pomeriggio mio figlio (sempre lui!!) mi chiede un pacchetto di cracker, mentre finisco di preparare i biscotti va sul divano e inizia a mangiarseli.. peccato che poi, complice la mamma distratta, decida di "seminare" cracker sul pavimento in sala, sopra tutti i suoi giochi, dentro i furgoncini, sopra il suo tappeto... mi avete sentito urlare anche voi vero???

E infine... dulcis in fundo... mio figlio, completamente raffreddato... stasera si ritrova con un bel 38.2 di febbre... ma che bella giornata!!!

Vabbè, vi faccio vedere cosa ho preparato oggi...

008rid

Queste sono le confezioni dei dolcetti per i bimbi che oggi sono passati per "Dolcetto o scherzetto?" ... che poi, l'anno scorso che non avevo preparato nulla erano venuti in 20, quest'anno che avevo preparato qualcosa... sono venuti solo in 3... che dite, cambio etichetta e le riciclo per la Befana? Le avevo viste in questo bellissimo blog... io ho utilizzato una matita al posto del rametto, e sono sicuramente meno belle, ma era un'idea che mi piaceva molto!

Collage di Picnik
Questi invece sono i biscotti che ho preparato, la solita pasta frolla, colorata con cacao e colorante verde per mostri e streghette....

007rid
e bianca per le dita della strega (le han fatte tutti, ho voluto provarci anche io....) che a dir la verità sembrano più le dita di una zampa di dinosauro ....

Infine la torta, una semplice torta al cioccolato farcita con questa meravigliosa crema al latte e ricoperta con glassa al cioccolato presa qui e decorata con mm's e zuccherini a tema.

023rid
E ora.... spaventosa notte di Halloween a tutti!!!
sabato 24 ottobre 2009

Il pesce... trasformista!!

Non so quanti di voi leggono le riviste dedicate a mamme e bambini, io sono abbonata ad una di queste da quando aspettavo il mio cucciolo e spesso mi capita di trovare delle ricette davvero semplici e gustose per i bimbi... ma che a mamma e papà non dispiacciono proprio per niente!

Spesso è un'impresa far mangiare ai bambini il pesce, io invece devo ammettere di non avere di questi problemi, sono fortunata perchè mio figlio l'ha sempre mangiato di gusto, a partire dagli omogeneizzati passando poi ai filetti surgelati... certo è che da quando ha scoperto che al mondo esistono orate, spigole, seppie e vongole ... ha deciso che questi ultimi sono i suoi preferiti!!

La scorsa settimana avevo preso il pesce spada, che di solito preparo in umido, ma avendo sottomano una di queste famose ricette a gusto bimbo.. ho provato a cambiare.


Cotolette di spada

001rid

Ingredienti per 3 persone : 2 fette di pesce spada (o una, infatti a seconda della grandezza della fetta si possono ricavare 2 o 4 cotolette), pangrattato, farina, 1 uovo, maggiorana (nella ricetta era prevista anche qualche fogliolina di sedano e di basilico da tritare insieme alla maggiorana), olio per friggere

Ho tagliato le fette di spada in 4 parti, rimuovendo la lisca centrale, le ho asciugate tamponandole con della carta assorbente e le ho poi passate nella farina, nell'uovo leggermente sbattuto ed infine nel pangrattato a cui avevo aggiunto la maggiorana. Le ho fritte poi come delle cotolette in olio ben caldo, girandole da entrambi i lati fino a dorataura. Non le ho nemmeno salate (in casa ne usiamo davvero poco di sale, ma a chi piace può metterne un pochino prima di servirle) e le abbiamo mangiate così belle calde.

Ovviamente siccome la ricetta era per i bambini.. io e mio marito le abbiamo gradite alla grande mentre il piccolo di casa voleva il sughetto (indicando la padella con l'olio di frittura :o/ .. ho rimediato mettendo sopra la sua fettina un filo d'olio evo e se l'è spazzolata alla grande!!)

Sono ottime servite con una bella insalata con pomodori o con delle zucchine trifolate!


Barchette di patate farcite con il tonno.

Questa invece è stata la cena improvvisata di ieri sera; sono da quasi una settimana in lotta con la tosse e il raffreddore e non ho molta voglia di cucinare, così mi sono ritrovata alle 7 di sera senza niente di pronto. Avevo tra le mani una ricetta di patate ripiene di verdure... e io ci ho messo il tonno.

Ingredienti per 10 barchette : 5 patate medie, 2 scatolette di tonno (io ho usato quello sott'olio, ma va benissimo anche al naturale), 1 uovo, 1 sottiletta, 3 cucchiai di parmigiano, prezzemolo, sale, pangrattato e olio evo.

Ho pelato le patate, le ho tagliate a metà nel senso più lungo e le ho lessate in acqua bollente lievemente salata per una decina di minuti (12 per la verità, ma dipende dal tipo di patata, devono risultare un po' al dente ma facilmente scavabili con un cucchiaino). Le ho scolate e lasciate leggermente raffreddare prima di scavarle al centro con un cucchiaino ricavando delle barchette.

Ho sgocciolato per bene il tonno e poi l'ho tamponato con carta assorbente, in una ciotola ho unito appunto il tonno, il parmigiano, l'uovo, un pizzico di sale, il prezzemolo, la sottiletta tagliata a pezzettini piccoli e la polpa delle patate che avevo scavato in precendenza.

Collage di Picnik

Ho riempito con il composto le barchette, le ho messe in una teglia ricoperta di carta da forno e le ho cosparse con un po' di parmigiano e di pangrattato. Irrorate con un filo d'olio evo le ho messe in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti, finchè non risultavano ben dorate in superficie.

025rid
Ho trovato altre versioni in internet di questa ricetta in cui si univa al tonno un po' di acciughe sott'olio e della mozzarella, senza uovo, sicuramente ottime anche in questa maniera.

Mangiandole ho pensato che la prossima volta le metto in una teglia con un po' di sugo di pomodoro, per farci una bella salsetta!

Ovviamente mio figlio si è mangiato 3 barchette.. lasciandomi il guscio di patata e mangiandosi tutto il ripieno.. ah questi figli!! Però mi ha dato una bella idea, perchè ho pensato che l'impasto è perfetto anche per preparare delle polpette di tonno, direttamente nella teglia con carta da forno basta mettere il composto a cucchiaiate, spolverarlo con pangrattato e parmigiano, un filo d'olio e via in forno fino a doratura!
sabato 17 ottobre 2009

Semplici bicchieri per la tavola di Halloween

Che ne dite di decorare un po’ la tavola per Halloween?
Girovagando per il web ho trovato un sacco di idee carine, e mentre osservavo questi secchielli porta dolcetti… mi è venuto in mente che potevo realizzare un po’ di bicchieri “mostruosi”…
Ad esempio che ve ne pare di questi simpatici Frankenstein?
029
Sono semplicissimi da realizzare, occorrono solo bicchieri verdi (quelli comunissimi di plastica, oramai li vendono di ogni colore, oppure i bicchieroni di carta), cartoncino nero, cartoncino verde e cartoncino bianco, un pennarello nero, forbici, scotch biadesivo e distanziatori.
Iniziamo dai capelli. Ho tagliato dal cartoncino nero un rettangolino altro circa 2 cm e lungo circa 8 cm; non sono stata molto precisa nella grandezza, perché poi, con una forbicina, ho tagliuzzato uno dei lati lunghi dandogli la forma di una frangetta (che terrò bene a mente casomai mi venisse la malaugurata voglia di tagliare la frangia a mio figlio!!). Infine ho attaccato con lo scotch biadesivo la frangia proprio sotto il bordo superiore esterno del bicchiere. Ed ecco pronti i capelli.
capelli
Passiamo ora agli occhi. Anche questi veramente semplici, ho disegnato con il pennarello nero gli occhi sul cartoncino bianco (due semplici cerchi, con all’interno un cerchio più piccolo nero) e li ho ritagliati. Sopra ogni occhio ho messo una palpebra che è semplicemente un cerchio in cartoncino verde tagliato a metà. Ho incollato occhi e palpebre con un po’ di scotch distanziatore sul bicchiere.
occhi
Infine ho disegnato una naso a patata sempre in cartoncino verde che ho posizionato sotto gli occhi e con il pennarello nero indelebile ho disegnato direttamente sul bicchiere la bocca e un paio di cicatrici!
Un’altra idea è quella, ancora più semplice, di incollare sul bicchiere la sagoma di un pipistrello nero (nel mio caso, ma potrebbe essere anche un ragno o un gatto), di attaccargli sopra due begli occhi grandi ed eccolo qua pronto.
015rid
E che ne dite di un bicchiere “stregato”? Un bel cappello nero, con fascia rigorosamente arancio o viola, occhi grandi su un nasone a patata con tanto di porro e bocca storta … ed ecco pronta una bella streghetta!
021rid
Poi si possono utilizzare bicchieri arancioni e bicchieri bianchi per realizzare zucche, fantasmi e mummie… a voi la scelta!
Potete utilizzarli per le bibite naturalmente, ma anche come recipiente per pop corn o, una volta riempiti con caramelle e cioccolatini, basta infilarli in un sacchettino trasparente, legarlo con un nastro a tema e regalarlo ai bimbi che busseranno alla vostra porta!
sabato 10 ottobre 2009

L'arte del riciclo.. e involtini con melanzane.

Ah, la fantasia delle mamme!!

Un paio di anni fa, quando mio figlio era più piccolo, il pediatra gli aveva dato una dieta ben precisa, con ingredienti pesati, perciò mi capitava di prendere la carne fresca dal macellaio e di dividerla in fettine di circa 60 gr per congelarle e utilizzarle durante il mese… ad un certo punto però mio figlio altro che 60 gr… si mangiava la fettazza di bistecca dal piatto del padre!!!

Quindi mi sono ritrovata con diverse fettine (vitello, tacchino, pollo, maiale) nel congelatore, così piccole che non le utilizzavo mai.. per fortuna in quel periodo mi era venuta a trovare mia madre che ha pensato… perché non facciamo un po’ di involtini misti??

Involtini con melanzane.010
Avevo in casa un paio di melanzane, un po’ di prosciutto e mortadella e mamma ha creato!

Gli ingredienti ... sono un po’… ad occhio, nel senso che per ogni fettina di carne abbiamo utilizzato una fettina di melanzana, una di prosciutto o mortadella e un pezzetto di parmigiano (o un altro formaggio che si sciolga).

Abbiamo battuto la carne e appunto composto l’involtino con la fetta di melanzana, il pezzo di formaggio e il prosciutto, una fogliolina di basilico.

Involtini con melanzane.001
Abbiamo chiuso il tutto aiutandoci con gli stuzzicadenti (ma ho intenzione di comprare qui bei nastrini di silicone che vendono su dmail.. qualcuno li usa? Funzionano?), infarinato gli involtini e una volta scrollata la farina in eccesso, rosolati in padella con un po’ d’olio evo e lasciati a cuocere per una decina di minuti, se occorre aggiungendo un po’ d’acqua o brodo caldi e aggiustando di sale verso la fine.

Involtini con melanzane.007
E buon appetito!
martedì 6 ottobre 2009

Rieccomi!!

Dopo due mesi in cui ho trascurato questo mio povero blog, torno finalmente a scrivere…

Vi lasciavo con il ricordo delle mie peripezie vacanziere e torno con una bella notizia.
E sì, perché alla fine quelle vacanze tanto tremende non sono state… a fine luglio ho infatti scoperto che un nuovo cuoricino batteva dentro di me e io e mio marito siamo rimasti paralizzati dalla felicità!
Eccolo qua il mio cucciolo, che ancora non sappiamo se sarà maschio o femmina, ma che amiamo già alla follia!

Rieccomi!!

L’inizio della gravidanza mi ha portato tanta stanchezza e tanta nausea, unita al lavoro, all’impegno della casa e del mio terremoto di 3 anni ho passato agosto senza il tempo materiale di sedermi a scrivere e con pochissima voglia di cucinare!
Questo settembre invece l’ho passato nella preoccupazione che ci fosse qualcosa che non andava nel mio cucciolo in arrivo, con la prospettiva di un’amniocentesi per via dell’età e di un valore di Translucenza nucale alterato… ho poi scoperto che l’esame era alterato perché effettuato in epoca non corretta e una volta ripetuto era perfettamente nella norma… insomma, tanta paura e poi un grande sollievo…

Il mio terremoto ha poi iniziato la scuola materna… e dopo solo 9 giorni.. è rimasto a casa con una bella tonsillite purulenta con febbre alta e tosse tosse tosse tosse (ancora non ne siamo usciti) … e una grave forma di mammite acuta per cui non riesco a fare che pochi passi senza averlo in braccio o vicino!!!

Ma adesso, approfittando del suo riposino, eccomi di nuovo qua…

Ringrazio chi, nonostante la mia assenza, è sempre passato a trovarmi e si ricordava di me, un grande bacio!

Vi lascio con una ricettina provata ultimamente in questo periodo di zucche!


 Crocchette sfiziose di zucca e formaggio.

Ingredienti : 200 gr di polpa di zucca (già pulita), 100 gr di farina, 2 uova, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato (ma va bene anche emmenthal), un pizzico di noce moscata, sale q.b., un amaretto, mezza bustina di lievito in polvere per torte salate, olio per friggere.

Ho cotto la zucca a vapore e l’ho poi passata al passaverdura.
Ho amalgamato il ricavato con i due tuorli, il parmigiano, la farina, un pizzico di noce moscata e di sale, la mezza bustina di lievito (in realtà a casa avevo solo quella per dolci e l’ho utilizzata, ma la prossima volta voglio provare a farle con il lievito di birra) e infine i 2 albumi montati a neve con un pizzico di sale.
Ho scaldato abbondante olio per friggere e vi ho versato l’impasto a cucchiaiate, lasciandolo gonfiare e dorare.

Rieccomi!!
Ho scolato su carta assorbente e servito ancora calde.

Rieccomi!!
A presto!