lunedì 24 ottobre 2011

Metti che una sera invece di dormire…

… ti viene la brillante idea di consumare un paio di chili di uva fragola che tuo suocero ti ha gentilmente portato dal giardino… metti che non sopporti proprio l’idea di utilizzarla con i semini perché poi li dovresti mangiare e la cosa non ti piace…. metti che la mamma sta preparando una torta salata con le bietole per il giorno dopo….

…. va a finire che alle due di notte ti ritrovi la cucina così !



La parte più bella… è stata pulire dai semini i due chili d’uva fragola (che poi… cavolino… son quasi più grandi i semi dell’acino !!) … mia mamma si stava addormentando con l’uva in mano!!!
Che lavoraccio…

Ho preparato una torta e una focaccia dolce…. buone entrambe.. la torta perfetta per la colazione… ma la focaccia è davvero particolare, molto molto buona ed anche se l’ho lasciata cuocere troppo si è mantenuta bella soffice! Dei due chili di uva ne ho utilizzato un chilo per torta e focaccia, diciamo ad occhio un po' in più nella torta (e con il chilo restante stamattina ho preparato una deliziosa confettura!)

FOCACCIA DOLCE ALL’UVA FRAGOLA


Ricetta di qualche anno fa trovata qui

Ingredienti

300 g farina 00 (io ho fatto 150 di 00 e 150 di farina 0)
30 g zucchero
160 g acqua
5 g lievito (una bustina di lievito secco)
3 g sale
15 g burro
1/2 cucchiaino malto (non ne avevo, sostituito con zucchero)

uva fragola q.b.
olio
zucchero

Ho impastato tutto nel bimby e l’ho poi lasciato lievitare per un paio d’ore al calduccio.





Al termine del riposo ho steso l’impasto nella teglia del forno ricoperta con un foglio di carta forno leggermente unto d’olio e l’ho steso (la ricetta prevedeva di incorporare a questo punto l’uva all’impasto e poi stenderlo, ma io ho messo l’uva solo in superficie perché avevo paura non mi piacesse se ne mettevo troppa), ho ricoperto con l’uva e lasciato lievitare un’altra mezz’ora.

Ho passato un filo d’olio in superficie, una spolverata abbondante di zucchero e messo tutto in forno caldo a 200° per circa mezz’ora (mi sarebbero bastati una ventina di minuti, ma lasciandola un poco in più si è colorata troppo anche se è rimasta morbida).



Davvero buona, una bella sorpresa perchè non mi aspettavo mi sarebbe piaciuta tanto.

Alla prossima con la ricetta della torta!
venerdì 14 ottobre 2011

Maialini di Pan Brioches

Cosa mancava all’appello in questo periodo di stress? Un po’ di “sana” paura che non fa mai male… e così è da qualche giorno che combatto con piccoli attacchi d’ansia.. sento il cuore che batte… non accelerato.. ma lo sento forte nel petto e ho quella sensazione di qualcosa che stringe… per fortuna che ho un metodo per cacciar via i brutti pensieri… impastare e cucinare!!

Qualche giorno fa nei miei viaggi tra un blog e l’altro mi sono imbattuta in una foto di panini a forma di maialino, molto molto carini, così, complice lo stress, una confezione di bustine di lievito in polvere in prossima scadenza e il pensiero della merendina per mio figlio a scuola materna… mi è venuta voglia di prepararli.

Ho cercato qualche ricetta sui blog e mi sono imbattuta in questa che mi ha ispirata subito… ve la riporto con le mie modifiche tra parentesi.



MAIALINI PAN BRIOCHES

Ingredienti (per 12 maialini)
 
250 gr di farina 00
100 ml di latte tiepido
60 gr di zucchero
30 gr di burro fuso tiepido (io ho sostituito con la stessa quantità di olio d’oliva)
1/2 cucchiaino di sale
1 uovo
13 gr di lievito di birra fresco (io la bustina)
la scorza grattugiata di 1/2 limone (non messa perché non avevo limoni)
i semi di 1/2 bacca di vaniglia (non messa perché non avevo vaniglia)


Per farcire
 
1 uovo sbattuto
crema alla nocciola q.b.
gocce di cioccolato

 

Io ho impastato tutto molto velocemente nel bimby, mettendo insieme tutti gli ingredienti (fretta… sempre fretta)… l’impasto mi è venuto molto molle per cui ho aggiunto un po’ di farina. Alla fine l’impasto era sempre molle, ma non si riusciva a posarlo nella ciotola senza che si attaccasse alle dita. Ho lasciato riposare coperto nel microonde per circa 3 ore.



Ho ripreso in mano l’impasto e l’ho steso sottile, circa 4 mm, ed ho tagliato dei dischi più grandi per fare il viso del maialino (24 dischi), 12 dischetti più piccoli per il naso e da una striscia ho ricavato 24 triangolini per le orecchie.

Su 12 cerchi grandi ho posato un cucchiaino di Nutella (va bene qualsiasi crema alla nocciola, marmellata, crema pasticcera.. e perché no anche un ripieno salato.. io ne ho fatto 4 ai wurstel… insomma, quel che più gradite) e bagnando con acqua il bordo l’ho richiuso con un secondo disco. Sopra sempre aiutandomi con l’acqua ho attaccato il nasino (il cerchietto piccolo a cui ho fatto due buchetti con uno stuzzicadenti da spiedino) e le due orecchie.

Ho lasciato lievitare ancora un’ora, ho spennellato con uovo sbattuto e infornato a 180° per una decina di minuti (il tempo di far dorare la superficie). Una volta pronti ho messo le gocce di cioccolato per fare gli occhietti


Non sono deliziosi?? Mio figlio ne è rimasto entusiasta e domani ne porterà uno per merenda all’asilo (ed io uno al lavoro... sono piccola anche io!)