lunedì 23 novembre 2009

Regali di Natale da Gustare (raccolta)

Girovagando per i vari blog mi sono imbattuta in questa geniale raccolta di Milena del blog "La Scimmia Cruda"


banner raccolta natale

L'idea è questa : raccogliere ricette dolci o salate che abbiamo utilizzato o pensiamo di utilizzare per dei regali Natalizi fatti in casa, alla fine avremo una bella raccolta in pdf che potremo consultare per fare qualche bel dono con le nostre mani (ottima l'idea di chiudere la raccolta a mezzanotte di domenica 29 novembre 2009, in modo da avere il tempo di utilizzare le ricette per Natale!)

E sorpresa delle sorprese tra tutte le ricette Milena sceglierà una vincitrice che riceverà un pensierino da parte sua!

Io dico che vale la pena di partecipare!!!

Ecco qui le 2 ricette (già pubblicate) che ho scelto per partecipare :

Biscotti Natalizi

In realtà le ricette dei biscotti sono due... la prima

Biscotti di frolla decorati

Ingredienti : Farina 00 gr. 500, Burro gr. 200, Zucchero gr. 250, Latte gr. 60, 1 uovo, Aroma vaniglia e un pizzico di lievito per dolci

Impastare tutto, preparare i biscotti delle forme preferite e cuocerli a 180 per una decina di minuti (questa frolla non ha bisogno del riposo in frigo, si possono preparare subito i biscotti)

Per la glassa: 210g zucchero a velo, 15g succo di limone, 15g di albume, coloranti alimentari

Montare tutto con la frusta elettrica dividere nelle ciotoline e colorarle, poi disegnare sui biscotti i particolari.






e la seconda..

Biscotti di frolla modellabile

Ingredienti: 300 gr di burro morbido, 250 di zucchero, 2 uova, 600 di farina, metà bustina di lievito.

Per decorare : cacao amaro, gocciole di cioccolato coloranti alimentari smarties e quello che volete!

Montare burro e zucchero x 5 minuti (io ho usato il bimby), poi sempre montando con i frullini aggiungere uno per volta le uova (l'uovo successivo solo quando il primo è amalgamato!).
 
Poi aggiungere poco per volta, mescolando con un cucchiaio di legno, la farina setacciata con il lievito.Quando la farina è aggiunta tutta si può lavorare con le mani fino a formare una palla da avvolgere in pellicola e far riposare almeno mezz'ora in frigo.

Dopo il riposo colorare i vari pezzi di pasta e modellare a piacimento.




Questo il vassoietto che avevo preparato lo scorso anno, un po' di carta trasparente, un fiocco a tema e via!!

E qui l'altra ricetta...

Albero Natalizio di Biscotti


Ho utilizzato la pasta frolla (quella della prima ricetta dei biscotti è ottima) per ricavare dei biscotti a forma di stella di diverse dimensioni (ho una confezione di tagliapasta composta da diverse stelle a misura decrescente).

Una volta cotti e raffreddati avevo preparato la glassa con questa ricetta di Nightfairy: 225 gr di Philadelphia, 170 gr di burro, 300 gr d zucchero a velo, 1 cucchiaino di essenza di vaniglia.

Sbattete il formaggio con il burro morbido, aggiungete la vaniglia e poco per volta lo zucchero a velo, fino ad avere una crema soffice.

La crema è stata poi colorata con coloranti alimentari liquidi e lasciata in frigo a solidificare (che poi quando l'ho regalata non era ancora bella soda e l'albero si è un po' ammosciato... ma voi preparatela in anticipo e lasciatela in frigo per un bel po')

Ho composto l'albero... la base è il biscotto più grande. Sopra di questo posiziono il biscotto successivo "incollandolo" con un pochino di glassa e così via con tutti e sei i biscotti terminando con il più piccolo. I biscotti li ho sovrapposti ruotandoli per non far finire le punte una sopra l'altra ma leggermente sfalsate. Una volta composto l'albero si lascia in frigo almeno una mezz'ora perchè si incollino bene tra di loro i biscotti.

Successivamente con un sach a poche ho distribuito la glassa lungo l'albero per creare gli aghi dell'abete e li ho decorati con mm's colorate.

Ho rimesso in frigo a solidificare e per ultimo, prima di consegnarli, li ho innevati con lo zucchero a velo.


Messi in un piattino di plastica rosso e chiusi con della carta trasparente facevano proprio una gran bella figura!!!


giovedì 19 novembre 2009

C'è sempre una prima volta!!!

Questa è stata la volta della pasta fatta in casa, una cosa che, pur volendo provare da tempo, non avevo mai fatto. Immagino che molte di voi penseranno che ho "scoperto l'acqua calda" .. però non credevo che avrebbe dato questo bel senso di soddisfazione prepararsi un piatto di pasta con le proprie mani!!

Ho colto l'occasione questa settimana, avevo appena finito di "sgridare" mio figlio (che a sua volta sgridava me... ma si può a tre anni!!!) e stavamo nervosetti sul divano quando alla Prova del cuoco iniziano ad impastare (ora non ricordo come hanno chiamato questo tipo di pasta, qui da noi si chiaman Fusilli)... "Amore li facciamo anche noi? Hai voglia di impastare?" ... e figuriamoci se mi diceva di no!!!

Così ho seguito la loro ricetta.

Ingredienti : 80 gr di farina 00, 80 gr di farina di semola di grano duro, 90 gr di acqua.

Semplicissimo, vero? Ho impastato formando una palla liscia e malleabile. Ho diviso in 4 parti e da ognuna ho ricavato dei rotolini.

Poi si procede come per preparare gli gnocchi, da ogni rotolino si tagliano tanti tocchetti. Ogni tocchetto sarà poi trasformato in fusillo.

Ecco come... fare di ogni tocchetto un rotolino, avvolgerlo su di uno stuzzicadenti di quelli da spiedino e stenderlo usandolo come se si stendesse della pasta con il mattarello... chissà se mi sto spiegando bene... guardate un po' la foto, è molto semplice.



In questo modo la pasta si assottiglia e prende la forma del fusillo. Si sfila poi dallo spiedino e si mette su un vassoio su cui avrete sparso un po' di farina di semola (questo per non farli attaccare).

Una volta pronti li ho cotti in acqua bollente salata e conditi semplicemente con sugo di pomodoro.



Mio figlio si è spazzolato il piatto.. e mio marito, che era al lavoro e li ha solo assaggiati la sera, ha già fatto l'ordinazione per il pranzo di domenica!!


martedì 10 novembre 2009

Peperoni ripieni.... in pentola a pressione

Mi piacciono molto i peperoni ripieni, soprattutto quelli gialli (che non so perchè mi sembrano sempre i più dolci), ma in effetti faccio un po' fatica a digerirli. Ho scoperto da poco, leggendo qui la ricetta, che la cottura in pentola a pressione li rende meno pesanti ( a parte ora che con la gravidanza faccio fatica a digerire un bicchiere d'acqua) per il mio stomaco e quindi li ho preparati diverse volte in questa maniera.

Il ripieno.. varia di volta in volta in base a quello che mi avanza nel frigorifero, diciamo che la base è sempre la carne macinata, preparata come per l'impasto delle polpette (con mollica di pane ammollata con acqua o latte e ben strizzata, un uovo, prezzemolo, sale, noce moscata) a cui aggiungo prosciutto o mortadella se mi sono rimaste alcune fette, a volte zucchine trifolate e pezzetti di formaggio.

Lavo i peperoni togliendo la calotta superiore in modo da poterli lavare internamente ed eliminare filamenti e semini, li asciugo e li riempio con il composto di carne (che lascio sempre un po' morbido, a volte aggiungendo un cucchiaio di latte) attraverso il foro superiore.

Li metto in pentola a pressione dove ho fatto scaldare un paio di cucchiai d'olio evo e li lascio rosolare e colorare da tutti i lati. Aggiungo poi mezzo bicchiere d'acqua e chiudo la pentola con valvola al numero 1 e lascio cuocere dal fischio almeno 20 minuti (se i peperoni sono abbastanza grossi, altrimenti anche un pochino meno).

Una volta cotti la pelle del peperone viene via molto facilmente, io la tolgo sempre perchè mi sembra di digerirli ancora meglio senza pelle. Lascio restringere il sughetto che rimane ( a volte aggiungo un cucchiaio di fecola per renderlo un po' più denso) e se ne rimane molto mi è capitato di usarlo per condire gli spaghetti il giorno successivo.

rid